Giornale dei Navigli > Cronaca > Quartiere Burgo, ritrovi serali, degrado e immondizia: “Qui ci hanno dimenticato” VIDEO e FOTO
Cronaca Corsico -

Quartiere Burgo, ritrovi serali, degrado e immondizia: “Qui ci hanno dimenticato” VIDEO e FOTO

La chiusura delle scuole e dei parchi non ha fatto altro che rendere più acuto il problema.

Burgo ritrovi serali degrado

Quartiere Burgo, ritrovi serali, degrado e immondizia: “Qui ci hanno dimenticato”.

Quartiere Burgo, ritrovi serali, degrado e immondizia: “Qui ci hanno dimenticato”

CORSICO – Ormai il degrado si vive tutti i giorni al quartiere Burgo, dove sorgono le collinette prese d’assalto da decine di ragazzi, soprattutto minorenni, che le utilizzano come luogo di ritrovo, raduni per gare di moto e discariche.

 

Degrado e schiamazzi di giorno e di notte

Sì, perché dopo ogni “festino” serale gli abitanti devono passeggiare tra rifiuti, bottiglie rotte, cartoni di pizza abbandonati, immondizia gettata in giro, nonostante la presenza dei cestini. Sono mesi che gli abitanti, soprattutto quelli che si affacciano sulle collinette, lamentano una situazione insopportabile, tra urla, schiamazzi fino alle prime luci dell’alba e sporcizia.

Le telefonate alle forze dell’ordine

“Chiamiamo le forze dell’ordine, intervengono, ma siccome questi gruppi si ritrovano sulle collinette, dall’alto vedono arrivare le macchine e scappano. Appena le forze dell’ordine passano, si ritorna al solito macello”, dicono sconsolati gli abitanti. La chiusura delle scuole e dei parchi non ha fatto altro che rendere più acuto il problema. Se prima, infatti, i raduni serali erano in programma “solo”durante il weekend, da circa due mesi ogni giorno i cittadini devono sopportare queste manifestazioni di inciviltà.

SFOGLIA LA GALLERY:

 Gli abitanti denunciano “il totale abbandono di questo quartiere”

“E non è tutto – proseguono –: hanno reso inagibile l’ascensore del ponte che passa sopra il Naviglio, incastrando un carrello e riempendolo di immondizia. Per non parlare dei giochi: tutti spaccati, resi inaccessibili ai bambini. Noi continuiamo a fare segnalazioni, ma non cambia nulla. Siamo esasperati”. E ciò che esaspera ancora di più gli abitanti è “il totale abbandono di questo quartiere. Quando abbiamo acquistato le case ci avevano promesso mezzi pubblici, negozi, cura per gli spazi verdi e per la nostra sicurezza. E invece i lampioni sono spenti da oltre due anni: un buio che di certo non scoraggia i comportamenti incivili, anzi, li incoraggia. Il Comune risponde che stanno sentendo l’operatore che gestisce l’impianto, eppure è sempre tutto fermo. Siamo stanchi di essere presi in giro e aspettare”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente