Giornale dei Navigli > Cronaca > “I can’t breathe”, la protesta per la morte di George Floyd sotto il Consolato americano VIDEO
Cronaca, Politica Naviglio grande -

“I can’t breathe”, la protesta per la morte di George Floyd sotto il Consolato americano VIDEO

E' arrivata anche a Milano la protesta per l’uccisione di George Floyd, soffocato sotto il ginocchio di un agente durante l’arresto negli Stati Uniti.

protesta consolato morte Floyd

“I can’t breathe”, la protesta per la morte di George Floyd sotto il Consolato americano.

“I can’t breathe”, la protesta per la morte di George Floyd sotto il Consolato americano

MILANO – La protesta per l’uccisione di George Floyd, morto soffocato sotto il ginocchio di un agente durante l’arresto, è arrivata anche a Milano.

 

Un flash mob di protesta sotto il Consolato americano di via Turati

Sotto il Consolato americano di via Turati, i manifestanti hanno chiesto giustizia per l’uomo morto a Minneapolis, bloccato a terra dai poliziotti. Un flash mob di protesta che ha come slogan “I can’t breathe”, la frase simbolo della protesta e le ultime parole di Floyd che ha supplicato, prima di morire, di essere liberato proprio perché non riusciva a respirare.

Una protesta pacifica per Floyd e gli afroamericani uccisi in America

Una protesta pacifica con cori, musica e richieste di giustizia per Floyd e per gli afroamericani uccisi in America dalle forze dell’ordine. In uno dei cartelli esposti dai manifestanti, erano infatti riportati i nomi delle vittime morte durante gli arresti della polizia negli Stati Uniti.

Violente proteste e scontri a Minneapolis

Una protesta che sta coinvolgendo anche l’America, in particolare Minneapolis, Minnesota, dove è avvenuta la morte dell’uomo, testimoniata con decine di video che immortalano i poliziotti sopra il corpo dell’uomo. Dagli Stati Uniti a Milano, l’appello è lo stesso: come recitano i cartelli dei manifestanti, “No justice, no peace”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente