Parcheggiatori e venditori abusivi: scattati i primi quattro Daspo urbani

I provvedimenti riguardano alcuni parcheggiatori abusivi in attività nella zona della movida di Porta Nuova, del Politecnico e dello Stadio.

Parcheggiatori e venditori abusivi: scattati i primi quattro Daspo urbani
Cronaca 09 Marzo 2020 ore 06:25

Parcheggiatori e venditori abusivi: scattati i primi quattro Daspo urbani.

Parcheggiatori e venditori abusivi: scattati i primi quattro Daspo urbani

MILANO – Il Questore di Milano, a seguito dell’attività svolta dai poliziotti della Divisione Anticrimine, ha emesso i primi quattro Daspo urbani nelle aree individuate con il nuovo regolamento di polizia urbana, approvato dal Comune di Milano e in vigore dallo scorso settembre.

Daspo a due parcheggiatori abusivi nella zona della movida di Porta Nuova

I primi due provvedimenti riguardano alcuni parcheggiatori abusivi attivi nella zona della movida milanese: corso Garibaldi, corso Como, piazza Gae Aulenti. I soggetti colpiti dai provvedimenti del Questore sono due cittadini rumeni, entrambi con precedenti di polizia per estorsione, minacce e molestia o disturbo alle persone. Il primo era presente nella zona di via Bastioni di Porta Volta e il secondo in via Tocqueville. I due, negli ultimi mesi, sono stati più volte destinatari dell’ordine di allontanamento per 48 ore dalla zona, ma hanno comunque continuato a svolgere l’attività di parcheggiatori abusivi, creando disturbo e insicurezza ai cittadini che solitamente posteggiano in quelle strade per andare nei bar, nei ristoranti e nelle discoteche. Per entrambi è stato emesso il Daspo urbano della durata di 12 mesi, con il divieto di accedere alla zona, pena l’arresto da sei mesi a un anno.

Colpito dal provvedimento anche un parcheggiatore in zona Politecnico

Un terzo provvedimento ha colpito un altro parcheggiatore abusivo, italiano, anche lui con precedenti penali per molestia e disturbo alle persone, che operava nell’area del Politecnico, dove è stato sanzionato e allontanato tre volte negli ultimi mesi. Il Daspo Urbano nei suoi confronti riguarda tutte le strade che circondano il plesso universitario e tutte le strade limitrofe.

Il quarto provvedimento ha riguardato la zona dello Stadio Meazza

Infine, il quarto provvedimento ha riguardato la zona dello Stadio Meazza ed è stato emesso nei confronti di un cittadino italiano, con precedenti per furto e associazione a delinquere, più volte sanzionato per commercio senza autorizzazione di bibite e generi alimentari in occasione delle partite. Oltre alla condotta illegale, c’era anche un pericolo per la sicurezza, limitando le possibilità di evacuazione, di fuga o di intervento dei mezzi di soccorso perché svolta con grossi e ingombranti recipienti posizionati nelle zone vicine alle uscite dello stadio o agli imbocchi della metropolitana.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste