Cronaca
Controlli

Operazione della Gdf: sequestrati 100 chili di sigarette di contrabbando

I militari della Compagnia di Melegnano hanno eseguito numerosi controlli in provincia.

Operazione della Gdf: sequestrati 100 chili di sigarette di contrabbando
Cronaca Sud Milano, 31 Marzo 2022 ore 10:13

Maxi sequestro della Guardia di Finanza: svolte diverse operazioni di controllo che hanno portato ad un arresto e ad una denuncia.

Contrabbando di sigarette: intervento della Guardia di Finanza

MELEGNANO - I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano hanno sequestrato circa 100 chili tra sigarette e tabacco di contrabbando, arrestato un uomo e denunciato un altro. I finanzieri del 1° Nucleo Operativo Metropolitano di Milano hanno monitorato alcuni mercati cittadini, quelli del 3° Nucleo Operativo Metropolitano di Milano ispezionato una ditta individuale avente a oggetto la vendita di melassa di tabacco per narghilè, mentre i militari della Compagnia di Melegnano hanno eseguito numerosi controlli in provincia.

Arresto e obbligo di firma

I primi, dopo aver individuato un extracomunitario che si aggirava con fare circospetto fra i banchi dei mercati, lo hanno sottoposto a un controllo. Aveva nascosto, nella giacca e in un carrello, circa due chili di sigarette di contrabbando. Grazie ai controlli, è emerso che l'uomo aveva diversi alias e risultava gravato da numerosi precedenti di polizia per reati analoghi. I militari hanno trovato in casa cinque scatole con altre sigarette di contrabbando, circa 50 chili complessivi. L'uomo è stato arrestato, condannato con pena sospesa e obbligo di firma.

Magazzino non dichiarato

Qualche giorno dopo, lo stesso uomo è stato sorpreso nuovamente, da un diverso equipaggio della Guardia di Finanza di Milano, intento a vendere sigarette di contrabbando che gli sono state, ancora una volta, sequestrate. Sempre a Milano, i finanzieri del 3° Nucleo Operativo Metropolitano nell’eseguire un controllo fiscale presso l’abitazione di un cittadino extracomunitario, evasore totale, hanno rinvenuto, all’interno della casa e di un magazzino non dichiarato, oltre 36 chili di melassa di tabacco, importata tramite canali paralleli a quello ufficiale. Il particolare prodotto, molto in voga fra i giovani perché utilizzato anche in diversi locali per essere fumato con il narghilè, è stato sequestrato poiché deve, come ogni altro tipo di tabacco, essere assoggettato alle imposte.

Necessità di controllo sul territorio

Infine, nel corso di due diverse attività, i finanzieri di Melegnano hanno trovato, occultati in pacchi giacenti in attesa di essere smistati, quasi 10 chili di sigarette di contrabbando. “Le attività descritte sono ulteriore testimonianza dell’impegno della Guardia di Finanza – spiegano dal Comando Provinciale – a tutela degli interessi erariali nazionali e dell’Unione Europea, in una fase storica in cui fenomeni quali quello del contrabbando di tabacchi lavorati, e prodotti derivati, potrebbero far registrare una recrudescenza stante l’elevato costo del prodotto e la crisi economica dovuta alla pandemia tuttora in atto”.

Seguici sui nostri canali