Giornale dei Navigli > Cronaca > Omicidio-suicidio a Rho: 38enne uccide la compagna di 52 anni
Cronaca Rho e Bollate -

Omicidio-suicidio a Rho: 38enne uccide la compagna di 52 anni

Accorsi su luogo anche ambulanza e elisoccorso che però non hanno potuto fare nulla se non constatare il decesso di entrambi.

Omicidio-suicidio a Rho

Omicidio-suicidio a Rho: 38enne uccide la compagna di 52 anni.

Omicidio-suicidio a Rho: 38enne uccide la compagna di 52 anni

RHO – Un uomo di 38 anni e una donna di 52 sono stati trovati morti nell’appartamento in cui abitavano a Rho.  E’ successo nella serata di giovedì 2 aprile.

Indagano i carabinieri

Omicidio-suicidio nella tarda serata di ieri, giovedì 2 aprile, in via Ticino nel quartiere di San Martino a Rho. Da una prima ricostruzione fatta dai carabinieri della compagnia rhodense sembrerebbe, ma le indagini per accertare cosa sia successo realmente sono ancora in corso, che un uomo di 38 anni abbia ucciso la compagna di 52 anni, separata e con due figli, con la quale viveva da qualche mese, e poi abbia rivolto l’arma contro se stesso. I due stavano attraversando un momento di crisi.

I due sono stati trovati privi di vita sul divano

La coppia è stata trovata priva di vita sul divano di casa dai militari rhodensi che hanno sfondato la porta dell’appartamento. I carabinieri erano stati allertati dalla mamma dell’uomo che dopo aver fatto al figlio diverse telefonate, senza risposta, ha avvisato il 112. In via Ticino anche i soccorritori del 118, con ambulanza e elisoccorso. Soccorritori che però non hanno potuto fare nulla se non constatare il decesso di entrambi.


Sostieni Il Giornale dei Navigli 
Clicca il bottone  e scegli il tuo contributo, grazie!

 Perchè questa richiesta


TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente