Giornale dei Navigli > Cronaca > ‘ndrangheta, fatture false per agevolare il clan: arrestato consigliere comunale VIDEO
Cronaca Naviglio grande -

‘ndrangheta, fatture false per agevolare il clan: arrestato consigliere comunale VIDEO

Si tratta di Paolo Efrem di Busto Arsizio. L'indagine fa luce sulle infiltrazioni della 'ndrina nel settore dei rifiuti.

arrestato consigliere comunale

‘ndrangheta, fatture false per agevolare il clan: arrestato consigliere comunale.

 ‘ndrangheta, fatture false per agevolare il clan: arrestato consigliere comunale

MILANO – Cinque arresti per estorsione ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, con l’aggravante del metodo mafioso.

 

In manette cinque cittadini italiani

La Procura ha delegato il Gico del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Milano e il NIPAAF Carabinieri Forestali di Milano a eseguire, nei confronti di cinque cittadini italiani, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Milano.

Arrestato consigliere comunale di Busto Arsizio e il boss della ‘locale’

Tra gli arrestati, il capo della “locale di Legnano-Lonate Pozzolo” Vincenzo Rispoli (attualmente imputato nel processo “Krimisa”) e un consigliere comunale di Busto Arsizio, Paolo Efrem, collegato con esponenti della locale e accusato di emissione di fatture false. L’indagine costituisce il seguito dell’operazione “Feudo” coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano che aveva portato, nell’ottobre 2019,  all’arresto di 11 persone per traffico illecito di rifiuti e al sequestro preventivo di fabbricati, terreni, disponibilità finanziarie, per un ammontare complessivo di oltre un milione e mezzo di euro.

Operazione “Feudo”, seconda parte

 arrestato consigliere comunale

 

L’indagine ha consentito di riscontrare come la società SMR Ecologia srl, operante nel settore prima del trasporto e poi del trattamento rifiuti, gestendo  l’impianto di La Guzza (Como), abbia subito, per un lungo periodo, l’infiltrazione da parte di  soggetti legati alla locale di Legnano-Lonate Pozzolo. Grazie alla scelta dell’imprenditore, a suo tempo raggiunto dalla misura cautelare, di spiegare le motivazioni che lo hanno spinto all’attività illecita, è stato possibile ricostruire il contesto estorsivo in cui, dal 2014 al 2018, è stato costretto a pagare somme di denaro e ad assumere personale sotto minaccia di morte, tra cui il genero del capo della locale di ‘ndrangheta.

 ‘ndrangheta nei rifiuti in Lombardia

 arrestato consigliere comunale

Le indagini svolte dalle Fiamme Gialle, hanno fatto luce anche sull’emissione di fatture per operazioni inesistenti, per fittizie consulenze, dalla ditta individuale di un compiacente componente del Consiglio Comunale di Busto Arsizio. Le indagini hanno messo in evidenza, ancora una volta, i tentativi e le modalità di penetrazione della ‘ndrangheta nei comparti strategici dell’economia, privilegiando quello dei rifiuti, dove operava la SMR Ecologia. Sono in corso perquisizioni da parte delle Fiamme Gialle del Gico e del NIPAAS dei Carabinieri Forestali di Milano.

 arrestato consigliere comunale

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente