Giornale dei Navigli > Cronaca > Minaccia di buttarsi dal balcone con i figli, pompieri e carabinieri salvano i bambini
Cronaca Rozzano -

Minaccia di buttarsi dal balcone con i figli, pompieri e carabinieri salvano i bambini

Sul posto, nel tentativo di far ragionare l'uomo, anche il sindaco Gianni Ferretti.

Minaccia di buttarsi balcone

Minaccia di buttarsi dal balcone con i figli, pompieri e carabinieri salvano i bambini.

Minaccia di buttarsi dal balcone con i figli, pompieri e carabinieri salvano i bambini

AGGIORNAMENTO: Il sindaco è riuscito a salire nell’appartamento, pompieri e carabinieri sono entrati in casa in modo repentino e hanno salvato i bambini

ROZZANO – Paura in via Stelle Alpine. Da circa tre ore i vigili del fuoco sono sul posto, insieme ai carabinieri, per cercare di far ragionare un uomo, italiano, che ha minacciato di buttarsi dall’ottavo piano del palazzo e di portare con sé anche i figli piccoli.

Carabinieri e vigili del fuoco sul posto da ore

Le urla dei bambini hanno attirato l’attenzione degli abitanti che hanno chiamato i soccorsi. Immediato l’intervento dei pompieri che stanno provando, dopo oltre tre ore, a dissuadere l’uomo dal terribile gesto. Con la gru in dotazione ai vigili del fuoco, anche i carabinieri stanno provando a parlare con l’uomo che più volte ha urlato di voler buttarsi dalla finestra e di accendere il gas in casa per farla esplodere.

Anche il sindaco Ferretti in via Stelle Alpine

La via si è popolata di cittadini che si sono riversati in strada. Sul posto, nel tentativo di far ragionare l’uomo, anche il sindaco Gianni Ferretti. Dalle primissime informazioni, l’uomo non dovrebbe essere armato.

LEGGI ANCHE

 Tenta di uccidere i figli: il racconto del salvataggio dei tre bambini VIDEO

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente