Messaggi audio falsi sulla situazione sanitaria: il Niguarda fa denuncia VIDEO

Notizie infondate che hanno suscitato allarme sociale tra i destinatari dell’audio.

Cronaca 13 Marzo 2020 ore 09:45

Messaggi audio falsi sulla situazione sanitaria: il Niguarda fa denuncia.

Messaggi audio falsi sulla situazione sanitaria: il Niguarda fa denuncia

MILANO – A sporgere denuncia è stato il Direttore Generale dell’Asst Niguarda che si è rivolto alla polizia per segnalare la circolazione di due messaggi audio falsi riferiti all’emergenza sanitaria covid-19. Gli agenti di polizia all’Ospedale Niguarda, in servizio presso il Commissariato Greco Turro, hanno quindi trasmesso la querela alla Procura.

I video messaggio

Il primo messaggio audio

Un messaggio vocale è stato diffuso su WhatsApp, della durata di 5 minuti e 26 secondi, registrato da una sedicente cardiologa presso una terapia intensiva a Milano. La donna, che si è qualificata con il nome di Martina, riportava notizie circa la gestione dell’emergenza sanitaria da coronavirus all’interno dell’Asst Niguarda. Notizie infondate che hanno suscitato allarme sociale tra i destinatari dell’audio.

Il secondo messaggio riporta notizie false circa emergenza a Niguarda

Anche in un secondo messaggio vocale WhatsApp registrato da un soggetto ignoto, della durata complessiva di 2 minuti e 15 secondi, l’autore riporta false notizie circa la gestione dell’emergenza sempre all’interno del Niguarda. Un audio che era stato condiviso anche da alcune testate giornalistiche sui siti online. Come riferito dal Direttore Generale, “le voci narranti rappresentano una situazione sanitaria non supportata da alcun dato reale e oggetto di una libera interpretazione personale che configura ipotesi di procurato allarme; tali messaggi concorrono drammaticamente ad aggravare una situazione emergenziale che necessita di una corretta e coerente gestione delle informazioni”. La Questura di Milano invita i cittadini a cestinare e a non divulgare messaggi allarmistici che non provengano dalle istituzioni e dalla polizia tramite i propri canali.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste