Cronaca
caso mensa a Vigevano

Mensa a scuola per i bambini ucraini: c'è chi fa pagare il massimo e chi la dà gratis

Ha suscitato forti polemiche la decisione presa dalla giunta di Vigevano per cui i bambini ucraini non solo non saranno esentati dal pagamento ma dovranno versare la retta massima.

Mensa a scuola per i bambini ucraini: c'è chi fa pagare il massimo e chi la dà gratis
Cronaca Buccinasco, 01 Aprile 2022 ore 10:44

Bambini ucraini nelle nostre scuole: c'è chi fa pagare il massimo e chi invece dà possibilità di frequentare la mensa gratis. Forti polemiche per la decisione presa dalla giunta di Vigevano per cui i bambini ucraini  dovranno versare la retta massima.

Mensa scolastica per i bambini ucraini a scuola

BUCCINASCO – C'è chi ha già deliberato la misura a sostegno delle famiglie ucraine in fuga dalla guerra e chi chiede ai genitori dei bambini che stanno frequentando le scuole la retta più alta per la mensa scolastica.

La delibera di Buccinasco

A Buccinasco, la Giunta ha approvato una delibera che prevede asili nido e mensa gratis per bambini e ragazzi ucraini ospitati dalle famiglie residenti sul territorio comunale e per tutti i minori in fuga dalle guerre.

Il sindaco di Buccinasco sulla misura approvata

“Abbiamo approvato questa delibera per noi doverosa – commenta il sindaco Rino Pruiti – per offrire un sostegno concreto ai minori di origine ucraina arrivati sul nostro territorio e che già frequentano le nostre scuole. Si tratta di un aiuto alle famiglie arrivate in queste settimane e ospitate da parenti, amici e conoscenti che possono rivolgersi ai nostri Servizi sociali per qualsiasi necessità.

Fin dai primi di marzo abbiamo attivato, con la Protezione civile, la Croce Rossa e le farmacie comunali, la raccolta di generi alimentari e medicine per inviarli in Ucraina e per aiutare chi è arrivato a Buccinasco. Intanto stiamo studiando ulteriori misure di aiuto insieme agli altri comuni del territorio”.

Tutta un'altra storia a Vigevano: dovranno pagare la retta massima

Diversamente va a Vigevano, dove la decisione dell'Amministrazione ha sollevato aspre polemiche. I bambini che frequentano le scuole dovranno pagare la mensa e anche l'iscrizione all'asilo comunale, con le tariffe massime. Il Pd locale ha già scritto al presidente della Regione Attilio Fontana affinché si intervenga su una decisione considerata ingiusta.

Il Pd vigevanese scrive a Fontana

“Chiediamo una presa di posizione nei confronti dell'amministrazione di Vigevano – scrive il consigliere Pd Giuseppe Villani – e soprattutto una vigilanza di Regione affinché non vengano a ripetersi vicende di questo genere nei comuni, che vanno a vanificare il grande impegno e il prodigarsi della Giunta regionale stessa, degli amministratori e del volontariato”.

Quello che chiedono i contrari al provvedimento è di cancellarlo subito e fornire gratuitamente il pasto caldo a scuola ai bambini ucraini.

Seguici sui nostri canali