Giornale dei Navigli > Cronaca > Lutto a Trezzano: la città piange la quarta vittima in pochi giorni
Cronaca Trezzano -

Lutto a Trezzano: la città piange la quarta vittima in pochi giorni

Abbiamo il dovere di pensare alla nostra salute e alla salute altrui, soprattutto i più fragili.

quarta vittima trezzano

Lutto a Trezzano: la città piange la quarta vittima in pochi giorni.

Lutto a Trezzano: la città piange la quarta vittima in pochi giorni

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Un altro lutto a Trezzano, un’altra vittima positiva al covid. Il triste annuncio lo dà il sindaco Fabio Bottero: “Anche oggi purtroppo abbiamo saputo che un cittadino trezzanese, positivo al covid, è mancato. Alla famiglia e agli amici l’abbraccio e le sentite condoglianze di tutta la nostra comunità, dell’Amministrazione comunale, della Giunta e del Consiglio comunale”.

“Abbiamo il dovere di pensare alla nostra salute e a quella altrui”

Il primo cittadino, nell’esprimere cordoglio e vicinanza alla famiglia della vittima aggiunge: “Purtroppo è il quarto decesso in pochi giorni. Le persone mancate non erano legate tra loro, purtroppo le loro condizioni si sono aggravate. La situazione in tutto il Paese è critica, lo sapete, i contagi sono in aumento e dobbiamo stringerci, anche se non fisicamente, come comunità, in ogni nostro gesto e comportamento: abbiamo il dovere di pensare alla nostra salute e alla salute altrui, soprattutto i più fragili. Indossiamo sempre la mascherina, manteniamo le distanze, laviamoci spesso le mani. E rinunciamo il più possibile a contatti stretti con amici e parenti non conviventi: è un grande sacrificio per tutti ma in questo momento è necessario soprattutto per tutelare i nostri anziani e le persone più fragili”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Protesta studenti Falcone Righi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente