Giornale dei Navigli > Cronaca > Irregolarità amministrative: chiuso dal Comune il deposito auto in via Rosselli
Cronaca Buccinasco -

Irregolarità amministrative: chiuso dal Comune il deposito auto in via Rosselli

Come successo con altre attività, non è stata presentata la Scia.

Irregolarità amministrative chiuso deposito

Irregolarità amministrative: chiuso dal Comune il deposito auto in via Rosselli.

Irregolarità amministrative: chiuso dal Comune il deposito auto in via Rosselli

BUCCINASCO – Un’altra attività chiusa con un’ordinanza siglata dal Comune, in seguito a controlli e accertamenti svolti dal Settore Servizi alle Imprese del Comune e dai carabinieri di Buccinasco. L’irregolarià amministrativa, questa volta, è dell’impresa individuale Gruppo Arge di Suktovic Haris, 34enne nato nel Montenegro che ha aperto un deposito per la vendita di auto usate in via Rosselli al civico 14.

Mancata presentazione della Scia

Come successo con altre attività, non è stata presentata la Scia, la Segnalazione Certificata di Inizio Attività, obbligatoria per legge. Di conseguenza, all’attività è stata ordinata immediata chiusura, proprio per il mancato rispetto delle regole. “I controlli proseguono – commenta il sindaco Rino Pruiti –: sul territorio la legalità e le regole devono essere sempre rispettate, da tutti e senza sconti. In città si sta facendo un grande e importante lavoro sugli illeciti amministrativi che hanno portato a doverosi provvedimenti. L’obiettivo è portare alla luce ogni situazione di illegalità e intervenire”. Sul territorio, infatti, sono diverse le attività chiuse per ordine del Comune, in seguito al riscontro di illeciti amministrativi: palestre, locali, dromokart e negozi. Negli ultimi mesi i controlli sono stati ancora più serrati.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente