Cronaca

Investito da un treno riesce a sopravvivere, 19enne in gravi condizioni al Niguarda

Alle 20.30 di ieri sera, pochi metri dall'ingresso della stazione ferroviaria di Rho-Fiera

Investito da un treno riesce a sopravvivere, 19enne in gravi condizioni al Niguarda
Cronaca Naviglio grande, 14 Dicembre 2021 ore 09:26

Investito da un treno riesce a sopravvivere, 19enne in gravi condizioni al Niguarda.

Investito da un treno riesce a sopravvivere, 19enne in gravi condizioni al Niguarda

RHO - Il macchinista del treno ha subito azionato il freno ma non ha potuto evitare l'impatto con il giovane di 19 anni. A riportare la notizia sono stati i nostri colleghi di Primamilanoovest.

Sui binari a pochi metri dall'ingresso della stazione di Rho-Fiera

E' ancora tutta da chiarire la dinamica di quanto successo nella serata di ieri in via Achille Grandi a Mazzo a pochi metri dall'ingresso della stazione di Rho-Fiera. Erano da poco passate le 20.30 quando il macchinista di un treno diretto a Milano si è trovato davanti un uomo. Immediata la frenata del macchinista che, da una prima sommaria ricostruzione, sembrerebbe che abbia preso di striscio l'uomo

Soccorso dagli operatori di Rho Soccorso e dall'equipe dell'automedica

Il 19 enne, questo l'unico dato fornito da Areu, il servizio di emergenza urgenza delle ambulanze del 118 è stato subito soccorso dai volontari dell'ambulanza di Rho Soccorso e dall'equipe medica e infermieristica dell'automedica dell'ospedale Sacco giunta sul posto in pochissimi minuti. Il giovane è stato trasferito in codice rosso, quello più grave, all'ospedale milanese di Niguarda. Sul posto per agevolare il lavoro dei sanitari anche i vigili del fuoco di Rho.

Ricoverato in terapia intensiva in gravi condizioni

Arrivato in ospedale il giovane è stato immediatamente visitato dal personale in servizio al pronto soccorso e successivamente trasferito nel reparto di rianimazione del nosocomio milanese. Le sue condizioni sono serie e preoccupanti.

La dinamica sarà ricostruita dagli uomini della Polfer

L'uomo stava camminando sui binari e non si è accorto del convoglio? Il suo voleva essere un gesto di autolesionismo e non è riuscito? Sono queste le domande cui dovranno dare risposta gli uomini della Polfer di Rho chiamati per ricostruire l'esatta dinamica dei fatti.