Menu
Cerca

Indennizzi. Lombardia pronta con 167 milioni di euro, anche per autonomi e senza partita iva

Interventi per imprese e autonomi, anche quelli "dimenticati" dal Decreto Ristori.

Indennizzi. Lombardia pronta con 167 milioni di euro, anche per autonomi e senza partita iva
Cronaca 18 Novembre 2020 ore 10:37

Indennizzi. Lombardia pronta con 167 milioni di euro, anche per autonomi e senza partita iva.

Indennizzi. Lombardia pronta con 167 milioni di euro, anche per autonomi e senza partita iva

Indennizzi, Lombardia pronta con un pacchetto da 167 milioni di euro. In conferenza stampa il Presidente Attilio Fontana ha presentato le misure messe appunto dalla Regione, che si aggiungeranno a quelli governativi dei diversi Decreti Ristori.

Indennizzi Lombardia: 167milioni di euro per il sostegno

“Un impianto di interventi organici per le persone e  le famiglie lombarde”.

Così Attilio Fontana ha aperto la conferenza stampa in cui ha presentato il suo piano di indennizzi, con tutta una serie di indennizzi e agevolazioni per imprese, autonomi e autonomi senza partita iva colpiti dalle restrizioni messe in campo contro il coronavirus.

Un lavoro lungo e complicato, ha precisato Fontana, nato dal confronto continuo con il mondo del partenariato economico e sociale sviluppatosi nella cabina di regia per la gestione della crisi economica scatenata dal coronavirus, oltre che raggiunto grazie all’interlocuzione col Governo che ha permesso di svincolare la Regione dai vincoli all’utilizzo delle risorse comprese nel capitolo delle spese correnti, che finanziano la manovra agganciata al Piano Lombardia da 3 miliardi e mezzo.

“Abbiamo seguito la duplice logica dell’integrazione e della complementarietà degli ultimi interventi emergenziali del Governo per non lasciare nessuno indietro – ha aggiunto Fontana – Integrazione perchè mettiamo nuove risorse per le categorie colpite dalle ultime restrizioni, complementarietà perchè interveniamo con indennizzi e sostegni anche per tutte quelle che non hanno ricevuto altri ristori”.

Le misure

Per l’impresa
Sì! Lombardia: 54,5 milioni di euro per micro imprese e partite Iva con un bonus una tantum da mille a duemila euro
Credito Ora: 22 milioni di euro di liquidità alle microimprese della ristorazione e alle attività storiche
Credito Adesso Evolution: 25 milioni di euro per l’accesso agevolato al capitale circolante per finanziamenti da 30mila a 800mila euro

Per il lavoro

Dote Unica Lavoro: 40 milioni di euro per indennizzi da mille euro per i lavoratori autonomi senza partita iva privi di qualunque forma di sostegno al reddito
Bonus bollo: 3,5 milioni di bonus bollo auto a taxi, NCC e autobus turistici

Per i più bisognosi

22 milioni di euro per i cittadini attivi entrati in fascia di povertà in conseguenza della chiusura delle attività e che non hanno ottenuto ristori.

Indennizzi Lombardia, come? Niente click day

Un volume importante di risorse destinate a centinaia di migliaia di lombardi. E sulla scorta delle esperienze di bonus 600 euro, bonus monopattini e simili, la Regione non ha intenzione di erogarle tramite un click day come fatto dal Governo. Come spiegato da Giovanni Bocchieri, direttore dell’assessorato all’Istruzione, formazione e lavoro di Regione Lombardia, sono state previste sette finestre temporali con dotazioni suddivise per ogni categoria in base ai codici Ateco. In particolare per le imprese, Bocchieri ha invitato a consultare il prima possibile la sezione dedicata sul sito di Regione Lombardia per verificare la presenza della propria azienda negli elenchi redatti da Aria Spa.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!