Furto al Centro Anziani Cabassina: "Siamo disperati, ci hanno portato via tutto"

“La zona è ormai in pieno degrado – denuncia Bove – qui non viene più nessuno, solo vandali a fare danni”.

Furto al Centro Anziani Cabassina: "Siamo disperati, ci hanno portato via tutto"
Cronaca 21 Marzo 2018 ore 15:37

Furto al Centro Anziani Cabassina: "Siamo disperati, ci hanno portato via tutto".

Furto al Centro Anziani Cabassina: "Siamo disperati, ci hanno portato via tutto"

CORSICO – “Ci hanno rubato tutto, persino le monetine, i centesimi che avevamo conservato per farli cambiare e metterli nel fondo cassa. Siamo disperati”. Il presidente del circolo anziani Cabassina, Generoso Bove, racconta abbattuto quello che è successo nella notte nella sede della loro associazione, all’interno del parco Cabassina, già vittima di vandali che hanno ridotto la zona in pieno degrado.

Ora è toccato alla sede del circolo anziani

I ladri si sono infilati nell’edificio nella notte: hanno spaccato le inferriate di una finestra nel bagno delle donne e uno dei ladri, il più esile, è riuscito a infilarsi all’interno dell’apertura. Poi, ha aperto la porta d’ingresso per far entrare i complici. “Hanno devastato tutto, aperto ogni cassetto, ogni sportello. Tutti i fogli per aria, hanno rubato tutti i soldi che stavamo raccogliendo dalle lotterie e dai pranzi, per finanziare le nostre attività. Non hanno avuto scrupoli: hanno rubato tutto”, ricorda Bove. Anche un pc e una macchina per la magnetoterapia che gli anziani avevano faticosamente acquistato.

Mille euro solo di contanti

Quasi mille euro i contanti portati via, “aspettavo la nostra segretaria che è ammalata per consegnarli”, afferma il presidente, e duemila euro il costo della macchina usata dai soci per i trattamenti. “Hanno persino aperto la cassetta dei medicinali, gli armadietti dove conserviamo le pentole e l’attrezzatura. Non hanno risparmiato nulla”.

Nessun allarme, nessuna telecamera

Non sarà facile per le forze dell’ordine trovare i colpevoli, ma gli agenti della polizia locale e i carabinieri sono sulle tracce di qualsiasi indizio utile. “La zona è ormai in pieno degrado – denuncia Bove – qui non viene più nessuno, solo vandali a fare danni”. E anche il guardiano che vive all’interno del parco, pare non segua più il compito iniziale, ma si goda da anni, indisturbato, la permanenza nella casetta.

Francesca Grillo