Cronaca
segnalazioni in aumento

Furti nelle auto a Cusago, i cittadini esasperati: "Vogliamo interventi e risposte"

"Cusago è diventato un supermercato dei pezzi di ricambio, soprattutto di Audi e Bmw, di cui si portano via anche i quadri strumenti del cruscotto”, denuncia un cittadino.

Furti nelle auto a Cusago, i cittadini esasperati: "Vogliamo interventi e risposte"
Cronaca Trezzano, 07 Ottobre 2022 ore 11:01

(Photo da gruppo Facebook "Sei di Cusago se✔")

A Cusago da giorni i cittadini esasperati segnalano auto cannibalizzate dai ladri e chiedono un intervento all'Amministrazione: più telecamere e illuminazione.

Furti nelle auto a Cusago

CUSAGO – I cittadini chiedono un intervento “da parte del Comune, che installi più telecamere, almeno per scoraggiare questi continui furti che stanno colpendo la nostra città”, dicono gli abitanti.

Le auto prese di mira nei parcheggi

Al centro della questione, c'è una serie di furti in auto regolarmente parcheggiate. Dalle segnalazioni che ci sono arrivate, si parla di macchine con vetri spaccati per rubare all'interno dei veicoli, ma anche fari e componenti portati via. “Assoluta indifferenza e di risposte dal Comune”, ribadiscono gli automobilisti che si sono ritrovati la macchina “cannibalizzata” dei pezzi.

Sui social i commenti si moltiplicano.

“Ecco la mia auto – pubblica la foto un cittadino –, vetro spaccato e fari rubati. Parcheggio via Alighieri, incrocio con via Ariosto”. “Ormai Cusago è diventato un supermercato dei pezzi di ricambio, soprattutto di Audi e Bmw, di cui si portano via anche i quadri strumenti del cruscotto”.

I residenti chiedono telecamere e illuminazione

I residenti, stanchi dei furti, chiedono un intervento all'Amministrazione affinché “possa dotare il territorio e i parcheggi più a rischio di telecamere e migliorare l'illuminazione: alcune vie sono troppo buie e questo dà agio ai delinquenti per operare indisturbati”.

C'è tanta frustrazione e rabbia tra gli abitanti che chiedono “un intervento da parte del Comune, almeno delle risposte. Servono più controlli, ci uniremo e continueremo a scrivere al sindaco per chiedere di essere ascoltati. Vogliamo interventi e risposte”.

Seguici sui nostri canali