Cronaca
MILANO

Furti in appartamento calandosi dai tetti, quattro arresti

I furti di cui sono accusati gli arrestati sono quattro e sono avvenuti nelle notti del 23 e 24 giugno scorsi.

Cronaca Naviglio grande, 29 Giugno 2022 ore 11:23

Come riporta Prima Milano, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato su disposizione della Procura di Milano quattro albanesi accusati di far parte di una banda specializzata in furti nelle abitazioni nel capoluogo e nell'hinterland commessi con la tecnica dell'arrampicata e calandosi dai tetti.

La banda

Tre membri del gruppo, un 22enne, un 28enne e 37enne, sono stati rintracciati all'interno di un'abitazione nella frazione di Millepini a Rodano. Il quarto componente della banda, un 27enne, è stato rintracciato in un appartamento in zona Niguarda e ha opposto resistenza al controllo degli agenti e tentato la fuga: a suo carico è emerso un ulteriore provvedimento cautelare da eseguire, emesso dalla Procura di Monza per un tentato omicidio nel corso di una rapina in abitazione commessa a luglio dell'anno scorso. I furti di cui sono accusati gli arrestati sono quattro e sono avvenuti nelle notti del 23 e 24 giugno scorsi.

Le indagini

L'attività d'indagine ha preso il via dall'individuazione di un'autovettura di grossa cilindrata, rubata, utilizzata dai ladri per recarsi sui luoghi dei furti e poi darsi alla fuga: nell'auto i quattro erano soliti applicare targhe che di volta in volta asportavano da altre autovetture per rendere difficoltosa la tracciabilità. I servizi di osservazione e pedinamento, la visione di telecamere dei sistemi di videosorveglianza, l'attività di intercettazione telefonica e ambientale, hanno permesso agli investigatori della Squadra Mobile di individuare altre autovetture in uso al gruppo e di raccogliere elementi di riscontro della responsabilità.

Le perquisizioni

Le perquisizioni domiciliari hanno permesso di trovare in un box a Cesano Maderno una delle auto di grossa cilindrata rubate e usate per commettere i furti e al cui interno era occultata una pistola calibro 7,65 utilizzata per minacciare le vittime. Sono stati poi trovati indumenti indossati in occasione dei furti, attrezzi atti allo scasso, torce, munizionamento di diverso calibro, chiavi di autovetture, soldi contanti, monili ed orologi. Nel corso del servizio, infine, sono stati sottoposti a controllo altri tre cittadini che viaggiavano a bordo di un'altra delle autovetture usate dai ladri d'appartamento. I tre, anche loro con precedenti contro il patrimonio, sono stati trovati in possesso di dieci mila euro in contanti. È stata eseguita quindi una perquisizione domiciliare a loro carico durante la quale uno di tre è stato arrestato dalla Squadra Mobile per la detenzione di 70 grammi di hashish.