Giornale dei Navigli > Cronaca > Furibonda rissa al centro commerciale dopo il no alla mascherina VIDEO
Cronaca Naviglio grande -

Furibonda rissa al centro commerciale dopo il no alla mascherina VIDEO

Nella maxi rissa tra i due e chi cercava di fermarli sono volati pugni, calci e anche qualche cestino della spesa, come si vede nel video.

rissa centro commerciale

Furibonda rissa al centro commerciale dopo il no alla mascherina.

Furibonda rissa al centro commerciale dopo il no alla mascherina

Una maxi-rissa, con tanto di cestelli della spesa lanciati, si è scatenata domenica pomeriggio all’Ipercoop di Crema. Due uomini volevano a tutti i costi entrare nel centro commerciale e hanno ingaggiato una vera e propria rissa tra gli scaffali con la guardia giurata all’ingresso, nonostante si trattasse di un vero e proprio energumeno.

IL VIDEO:

Maxi rissa al centro commerciale per la mascherina

Da Prima Cremona

E’ successo domenica pomeriggio, 27 settembre 2020, a Crema all’interno dell’Ipercoop del Gran Rondò.

Protagonisti della vicenda due uomini, originari dell’Est Europa, che sono entrati nell’area del supermercato senza indossare la mascherina, obbligatoria nei luoghi pubblici al chiuso, secondo le disposizioni anti contagio. I due non sono passati inosservati e sono quindi stati richiamati dalla guardia dell’istituto di vigilanza che si trovava all’ingresso.

Tanto è bastato per scatenare la reazione furiosa dei due. In pochi secondi è stato il caos con clienti che si davano alla fuga, urla e altri che sono rimasti loro malgrado in mezzo al parapiglia con i due aggressori fuori controllo intenti a lanciare i cestini della spesa contro la guardia.

Torna armato di cric

Pochi minuti dopo, però, la situazione sembrava tornata alla normalità tanto che i due avevano deciso di lasciare il centro commerciale. Una tranquillità durata poco. Qualche minuto dopo, infatti, uno dei due aggressori è tornato a presentarsi all’ingresso del supermercato questa volta armato di cric e con tutte le intenzioni di riprendere la lite da dove l’aveva lasciata. Sul posto, però, era intervenuta nel frattempo anche una volante della Polizia di Stato del Commissariato cittadino. Gli agenti lo hanno subito bloccato evitando che la situazione degenerasse.

Nel Milanese stesso film, con sputo ai vigili

Da Prima la Martesana

La stessa cosa era accaduta mercoledì 23 settembre 2020, attorno alle 14.50, all’interno di un supermercato di Cernusco sul Naviglio, nell’hinterland milanese. Una donna è entrata senza mascherina e senza igienizzarsi le mani. Invitata dal personale addetto alla sicurezza al rispetto delle disposizioni anti-contagio ha iniziato a dare in escandescenza.

Così sul posto è stato fatto arrivare un equipaggio della Polizia Locale. Gli agenti hanno prima provato con le buone a far desistere la cinquantenne residente in città, che sosteneva di non credere all’esistenza del Covid. Quella prima li ha aggrediti con calci, sberle e testate, poi anche sputato loro addosso. E’ stata denunciata per violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. I due vigili sono stati sottoposti al tampone e sono stati quindi messi in isolamento in attesa dell’esito.

Turista senza mascherina cacciato dal vaporetto a Venezia

Da Prima Venezia

Un giovane turista tedesco è stato cacciato dagli altri passeggeri con calci e spintoni, venerdì 21 agosto 2020, alla fermata di San Zaccaria, a pochi passi da piazza San Marco a Venezia.

Il fatto che colpisce di più è stata la solidarietà scattata nei confronti dei marinai del vaporetto pubblico, che avevano più volte tentato di convincere il giovane riottoso: se non ci fossero stati gli altri passeggeri ad aiutarli a far rispettare le regole…

GUARDA IL VIDEO:

 

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente