Frequenta pregiudicati agli arresti domiciliari: in manette a Buccinasco

Un inasprimento della misura per Filippo Cannata, arrestato lo scorso anno perché sorpreso con droga nella cassaforte.

Frequenta pregiudicati agli arresti domiciliari: in manette a Buccinasco
Cronaca 04 Dicembre 2020 ore 14:20

Frequenta pregiudicati agli arresti domiciliari: in manette a Buccinasco.

Frequenta pregiudicati agli arresti domiciliari: in manette a Buccinasco

BUCCINASCO – Un nome noto in città, su cui i carabinieri non hanno mai smesso di tenere alta l’attenzione. Precedenti per droga, parentele con più noti personaggi di calibro nel panorama dei traffici e un arresto solo un anno fa. Filippo Cannata, 49 anni, è stato riportato in carcere dopo un periodo trascorso agli arresti domiciliari.

Già arrestato lo scorso anno

Lo scorso anno erano stati i carabinieri di Buccinasco, guidati dal luogotenente Vincenzo Vullo, a bussare alla porta di casa, dopo intense indagini, e a scoprire dove nascondeva la droga. Era in appartamento, in zona Musicisti, insieme al fratello, quando i militari gli hanno chiesto di aprire la cassaforte in camera. I due si erano rifiutati di consegnare le chiavi: si era reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco per aprire lo sportello e scoprire che all’interno c’erano nascosti quasi 100 grammi di droga, per lo più dosi di cocaina, insieme a bilancini di precisione e materiale per confezionare le dosi. Filippo e il fratello Antonino, 43 anni (ora in carcere) erano stati arrestati.

Inasprimento della pena

A Filippo erano stati concessi poi i domiciliari ma le frequentazioni con pregiudicati, accertate dai militari, lo hanno riportato in carcere, a Bollate. I carabinieri di Buccinasco hanno eseguito un ordine di carcerazione con decreto di sospensione della misura emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Milano. Un inasprimento della pena insomma: dai domiciliari Cannata è stato portato in carcere. Un cognome noto in città, soprattutto per i precedenti del fratello Massimiliano, finito nelle carte dell’inchiesta “Miracolo” della Squadra Mobile di Milano che ha fatto luce su un traffico di droga nel quartiere San Siro. Cannata, insieme ad altri nomi noti a Buccinasco, era accusato di rifornire i narcos di Milano per un periodo, prima che il cosiddetto “gruppo di Buccinasco” venisse considerato “completamente inaffidabile” dai trafficanti. Ora nei guai è il fratello Filippo: a pesare sull’inasprimento della pena è stata la confermata frequentazione con altri pregiudicati.

LEGGI ANCHE:

[icon name=”external-link-square” class=”” unprefixed_class=””] Nascondono droga nella cassaforte: arrestati due fratelli

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste