Cronaca
BUCCINASCO

Fermati dalla polizia locale con un jammer in auto: due uomini denunciati

Erano apparsi subito molto nervosi e poco collaborativi.

Fermati dalla polizia locale con un jammer in auto: due uomini denunciati
Cronaca Buccinasco, 01 Giugno 2022 ore 11:13

Fermati dalla polizia locale con un jammer in auto: due uomini denunciati

BUCCINASCO – Gli agenti della polizia locale di Buccinasco, impegnati nel pattugliamento del territorio, hanno fermato l’auto, un’Audi A3, per un normale controllo.

Il controllo

I due uomini a bordo sono apparsi subito molto nervosi e poco collaborativi: un atteggiamento che ha insospettito gli agenti del comandante Gianluca Sivieri che hanno deciso di approfondire con ulteriori accertamenti. Alla guida c’era un 39enne e sul sedile del passeggero un 25enne, entrambi rumeni ma residenti nel milanese, Bollate e Pero. Gli agenti si sono accorti subito che i dispositivi tecnologici in loro dotazione avevano smesso di funzionare.

La perquisizione

Durante la perquisizione dei due uomini e dell’abitacolo hanno trovato un dispositivo disturbatore di frequenze, un jammer e alcune schede di memoria. L’apparecchio, generalmente utilizzato per sottrarsi ai controlli di polizia e usato dai ladri per disattivare i sistemi antifurto dei veicoli, era in funzione e stava agendo anche sugli stessi dispositivi elettronici della polizia locale. Entrambi gli uomini, pregiudicati per reati contro il patrimonio, dopo le operazioni di identificazione, sono stati denunciati, in concorso tra loro. Dovranno rispondere del reato di impiego di apparecchiature atte a intercettare o impedire comunicazioni. Il disturbatore di frequenze e le schede sono state sottoposte a sequestro.

Rino Pruiti

“Grazie al controllo del territorio della polizia locale di Buccinasco – commenta il sindaco Rino Pruiti – sono stati fermati due pregiudicati che avevano dispositivi utili per disattivare gli antifurti dei veicoli. I nostri agenti hanno così evitato evidentemente il possibile furto di auto sul nostro territorio e altre attività criminali. Ancora una volta, l’attento e professionale lavoro degli uomini e delle donne del nostro Comando ha contribuito a una maggiore sicurezza della nostra città”.