Giornale dei Navigli > Cronaca > Accusato di stupro e incendio evade e scappa dalla Svizzera, bloccato a Milano
Cronaca Naviglio grande -

Accusato di stupro e incendio evade e scappa dalla Svizzera, bloccato a Milano

Per rintracciare l’evaso, è stata fondamentale la segnalazione e la collaborazione del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia

Accusato di stupro e incendio evade e scappa dalla Svizzera, bloccato a Milano

Accusato di stupro e incendio evade e scappa dalla Svizzera, bloccato a Milano

MILANO – È stato arrestato dalla polizia nei giorni scorsi A. M. A., queste le iniziali del cittadino tunisino di 33 anni, incensurato e irregolare sul territorio nazionale, ricercato dalle Autorità svizzere perché evaso mentre era lì ristretto per stupro e incendio doloso.

Le indagini

Per rintracciare l’evaso, è stata fondamentale la segnalazione e la collaborazione del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia che ha informato della probabile presenza a Milano dell’uomo e della possibilità che potesse avere in uso un numero di telefono italiano, attivato da pochi giorni e  utilizzato per contattare la madre in Tunisia. Nella segnalazione veniva specificato anche il pericolo altissimo di reiterazione dei terribili reati per i quali era stato condannato e sottolineati i problemi psichiatrici dell’uomo. Su richiesta della Squadra Mobile della Questura di Milano, il sostituto procuratore Monia Di Marco ha autorizzato le attività tecniche per la localizzazione dell’utenza a lui in uso che ne ha permesso il rintraccio nei pressi della Stazione Centrale di Milano.

L’arresto

L’evaso, che aveva ancora con sé la schedina telefonica, si era da poco liberato del telefono cellulare, ceduto per guadagnare qualche soldo e potersi sostenere. L’uomo, una volta accompagnato presso gli uffici della Questura di Milano, è stato sottoposto ai rilievi foto-dattiloscopici e le impronte digitali sono state comparate dagli agenti del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica con quelle fornite dalle Autorità svizzere. Nessun dubbio: era proprio lui l’evaso. L’uomo è stato arrestato e portato al carcere di San Vittore.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente