Giornale dei Navigli > Cronaca > Emilio Fede arrestato per evasione: era in un ristorante a Napoli
Cronaca Naviglio grande -

Emilio Fede arrestato per evasione: era in un ristorante a Napoli

Condannato in via definitiva per il processo Ruby bis a quattro anni e sette mesi.

Emilio Fede arrestato evasione

Emilio Fede arrestato per evasione: era in un ristorante a Napoli.

Emilio Fede arrestato per evasione: era in un ristorante a Napoli

MILANO – Voleva trascorrere la serata in un ristorante napoletano, sul lungomare Partenope, per festeggiare il suo compleanno: 89 anni il 24 giugno. Ma appena si è seduto per cenare con la moglie, come riporta il sito Il Roma, sono entrati i carabinieri in borghese e lo hanno riportato nell’albergo dove alloggiava.

Evaso dai domiciliari a Milano

Emilio Fede, ex direttore del Tg4, deve ora rispondere del reato di evasione dagli arresti domiciliari. Li doveva scontare a Milano, nella sua abitazione, dove ha già passato alcuni mesi della pena. Secondo le primissime informazioni, Fede avrebbe comunicato alle forze dell’ordine di Segrate l’intenzione di partire alla volta di Napoli, ma non aveva atteso l’autorizzazione prima di lasciare casa sua.

La condanna per il processo Ruby bis

Condannato in via definitiva per il processo Ruby bis a quattro anni e sette mesi, l’ex giornalista non è andato in carcere per motivi di salute. Accusato di favoreggiamento della prostituzione, Fede è finito agli arresti domiciliari, da scontare obbligatoriamente nella sua abitazione milanese. Per questo, ieri sera, è stato arrestato con l’accusa di evasione. Si trova ora in albergo, in attesa della decisione del magistrato di sorveglianza.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente