Giornale dei Navigli > Cronaca > Due ricercati arrestati in stazione dalla polizia ferroviaria
Cronaca Naviglio grande -

Due ricercati arrestati in stazione dalla polizia ferroviaria

Due uomini ricercati sono finiti in manette grazie al lavoro della Polfer di Milano.

ricercati arrestati stazione

Due ricercati arrestati in stazione dalla polizia ferroviaria.

Due ricercati arrestati in stazione dalla polizia ferroviaria

MILANO – Era destinatario di un ordine di carcerazione l’uomo di 31 anni di nazionalità rumena arrestato dalla Polizia Ferroviaria di Milano.

Il primo arrestato doveva scontare ancora circa 8 mesi

Fermato per un controllo dagli agenti, è risultato destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Civitavecchia, dovendo espiare la pena della reclusione di circa 8 mesi per una serie di reati tra i quali furto, violenza, minaccia a pubblico ufficiale e atti persecutori commessi ai danni della moglie. L’arrestato è stato condotto al carcere di Bollate.

Il secondo era a bordo di un treno diretto a Nizza

Un altro ricercato è finito in manette grazie al lavoro della Polfer. Si tratta di un uomo di 45 anni del Burkina Faso, anche lui destinatario di un ordine di carcerazione. Gli agenti, a seguito degli accertamenti effettuati nella Stazione Centrale, mirati al controllo dei treni per la Francia, hanno fermato il 45enne a bordo di un convoglio diretto a Nizza. L’uomo, a seguito di controlli, è risultato ricercato per un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Venezia per il reato di spaccio di stupefacenti, dovendo espiare la pena di un anno e otto mesi di  reclusione.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente