Cronaca
SERVIZIO ANTISPACCIO

Droga sintetica nascosta nei pacchi postali: tre arresti dalla polizia

Nell'ambito delle attività finalizzate alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, la polizia ha arrestato a Milano tre cittadini italiani per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sequestrando complessivamente circa 3 litri di Gbl e 221 grammi di catinoni sintetici.

Droga sintetica nascosta nei pacchi postali: tre arresti dalla polizia
Cronaca Naviglio grande, 26 Novembre 2021 ore 16:20

Droga sintetica nascosta nei pacchi postali: tre arresti dalla polizia.

Droga sintetica nascosta nei pacchi postali: tre arresti dalla polizia

MILANO – Come riportato dai colleghi di Primamilano, nell'ambito delle attività finalizzate alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, la polizia ha arrestato a Milano tre cittadini italiani per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sequestrando complessivamente circa 3 litri di Gbl e 221 grammi di catinoni sintetici.

Gli agenti della sezione antidroga della Squadra Mobile di Milano, nel corso dei servizi antispaccio, hanno appreso la notizia che nei trascorsi giorni sarebbero stati consegnati due pacchi postali sospetti, verosimilmente contenenti sostanze stupefacenti, a due italiani dimoranti uno in via Vitruvio e l'altro in via Pietro Crespi. La consegna del primo pacco postale, in via Vitruvio, era prevista per il 10 novembre. I poliziotti della sezione antidroga, intercettato il pacco, rivelatosi contenente una bottiglia dal 1 litro di Gbl, hanno predisposto una "consegna controllata" finalizzata a individuare e trarre in arresto il destinatario del pacco. La consegna del pacco non è andata a buon fine: il destinatario del pacco non era residente a quell’indirizzo. I poliziotti hanno scoperto che il reale destinatario del pacco non era la persona indicata sulla bolla postale, forse inesistente, ma probabilmente un altro, dimorante nella vicina via Settala, che aveva inventato lo stratagemma per non essere identificabile. Il pacco è stato sequestrato ed è stata richiesta alla Procura l'emissione di un decreto di perquisizione a carico del sospettato.

Mercoledì 24 novembre, i poliziotti della Squadra Mobile hanno eseguito il decreto di perquisizione domiciliare e arrestato il 37enne, insieme a un 28enne che viveva nello stesso appartamento, con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, perché trovati in possesso di 8,1 grammi di catinoni sintetici, nonché di numeroso materiale per il confezionamento dello stupefacente. La consegna del secondo pacco postale era prevista sempre per il 24 novembre in via Crespi. Anche in questo caso i poliziotti della sezione antidroga hanno intercettato il pacco e seguito la consegna fino al destinatario. Con uno stratagemma analogo a quello della precedente spedizione postale, il pacco è stato ritirato da una persona che non era quella indicata nella bolla di consegna: bloccato dai poliziotti proprio nel momento in cui ha ricevuto l’involucro, contenente 2 bottiglie da un litro ciascuna di Gbl, il 34enne è stato arrestato dopo che, nel corso della perquisizione della sua abitazione, i poliziotti hanno trovato e sequestrato altri 213 grammi di catinoni sintetici, materiale da confezionamento e la somma di denaro complessiva pari a 3.450 euro.