Menu
Cerca

Droga nascosta sul balcone e nel reggiseno: la polizia arresta quattro spacciatori

Le azioni antidroga degli agenti della Squadra Mobile impegnati nel servizio antispaccio.

Droga nascosta sul balcone e nel reggiseno: la polizia arresta quattro spacciatori
Cronaca 12 Maggio 2020 ore 18:59

Droga nascosta sul balcone e nel reggiseno: la polizia arresta quattro spacciatori.

Droga nascosta sul balcone e nel reggiseno: la polizia arresta quattro spacciatori

MILANO – Quattro persone, tre uomini e una donna, sono stati arrestati dalla polizia per detenzione di droga ai fini di spaccio.

Uomo con fare sospetto

Lunedì 11 maggio, nel pomeriggio, gli agenti della Squadra Mobile, nell’ambito di un servizio antispaccio in zona Monforte Vittoria, hanno notato un uomo che frettolosamente e guardandosi ripetutamente intorno si è diretto verso il cancello di ingresso di un palazzo in piazzale Cuoco. Dopo aver attraversato il cortile interno, è stato raggiunto da un uomo che gli ha ceduto qualcosa  in cambio di denaro. I poliziotti hanno quindi fermato l’acquirente e l’hanno trovato in possesso di due grammi di hashish appena comprati.

Il pusher

Nel frattempo il pusher, costantemente monitorato, è rientrato all’interno della propria abitazione, dove gli agenti hanno trovato e sequestrato 10 pezzi di hashish dal peso di 40 grammi in un barattolo sul balcone. Il pusher è un cittadino tunisino di 32 anni, con alle spalle diversi precedenti e sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, disposta a seguito dell’arresto di febbraio sempre per spaccio. È finito di nuovo in manette, mentre l’acquirente è stato segnalato alla Prefettura e sanzionato per la normativa anti contagio che vieta gli spostamenti non giustificati.

Un altro arresto ieri sera, alle 23 circa

Gli agenti della Squadra Mobile impegnati nel servizio antispaccio hanno notato una macchina a noleggio guidata da una donna, ferma davanti a un passo carraio di via Pisacane. Dal condominio è uscito un uomo che frettolosamente è salito all’interno dell’auto per poi dirigersi in via Marco d’Agrate: lì la macchina si è fermata davanti a un portone dal quale è uscito un ragazzo che li ha raggiunti e, dopo una breve conversazione con l’uomo seduto sul lato passeggero, dal finestrino ha acquistato due dosi di cocaina. Gli agenti hanno quindi deciso di controllare sia l’acquirente che le due persone a bordo dell’auto.

Cocaina nel reggiseno

Il passeggero era un italiano di 36 anni, pluripregiudicato per spaccio, rapina, furto e truffa. Alla guida c’era una donna italiana di 47 anni incensurata. Gli investigatori hanno scoperto che la donna non era una semplice accompagnatrice e che nascondeva all’interno del reggiseno un involucro con 5 dosi di cocaina identiche a quelle cedute poco prima all’acquirente. Entrambi sono stati arrestati per spaccio e detenzione in concorso di cocaina.

Nascosto dietro un cespuglio pesava eroina

Sabato 9 maggio, invece, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato un cittadino marocchino di 20 anni per detenzione di eroina. I poliziotti avevano notato alcuni clienti in cerca di droga che, da corso Lodi, si  stavano dirigendo verso l’ex scalo ferroviario di Scalo Romana, percorrendo una strada sterrata parallela a viale Isonzo. Gli agenti, in abiti civili, li hanno seguiti e hanno trovato, nascosto dietro un cespuglio, un ragazzo marocchino che stava pesando e vendendo eroina. Immediatamente fermato, lo spacciatore aveva 28 involucri di eroina per un peso totale di circa 30 grammi, pronti per essere venduti. Il pusher, irregolare in Italia, è stato  arrestato.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home