Giornale dei Navigli > Cronaca > Don Erminio, il prete buono. Il ricordo di Cesano al parroco di San Giustino
Cronaca Cesano Boscone -

Don Erminio, il prete buono. Il ricordo di Cesano al parroco di San Giustino

“Una persona eccezionale, era il nostro prete”, lo ricorda qualcuno. “Un parroco buono, sensibile, con un cuore immenso”. Oggi le esequie.

don erminio

Don Erminio, il prete buono. Il ricordo di Cesano al parroco di San Giustino.

Don Erminio, il prete buono. Il ricordo di Cesano al parroco di San Giustino

CESANO BOSCONE – Il parroco dal cuore grande. Lo ricorda così chi nella vita ha incrociato il suo sorriso, il suo modo di fare affettuoso e gentile. Lo ricordano proprio così, un don gentile. È morto a 79 anni don Erminio Pozzi, dopo una vita trascorsa ad aiutare i più deboli.

A Gorgonzola dopo l’87

Era finito a Gorgonzola, nell’ultimo periodo, ma dal 1977 era stato mandato a Cesano Boscone, a guidare una parrocchia ancora in fasce, San Giustino. Ci è rimasto dieci anni, prima di tornare a Gorgonzola. Due lustri dedicati alla città, a fare del bene, a prendersi cura dei deboli.

Il ricordo dei parrocchiani

“Una persona eccezionale, era il nostro prete”, lo ricorda qualcuno. “Un parroco buono, sensibile, con un cuore immenso”. Ha sposato centinaia di coppie, battezzato i bambini, è stato al fianco di anziani e disabili. Il lavoro instancabile di don Erminio è rimasto nel cuore di tutti.

“Un prete speciale, dotato di grande intelligenza umana. Nei momenti più difficili trovava sempre una risposta non retorica. Una persona generosa, un amico”. Era ospite da tempo all’Istituto Sacra Famiglia, dove cercava di trovare un po’ di sollievo dalla malattia che lo aveva colpito.

I funerali domani, 10 aprile

I funerali si svolgeranno oggi, 10 aprile, alle ore 15. “Mi unisco al dolore della comunità parrocchiale cesanese e ringrazio questa figura per quanto fatto a favore del quartiere Giardino e di Cesano”, ha commentato il sindaco Simone Negri. “Sensibile e disponibile, era un prete umile – dice chi lo ha conosciuto -. Si metteva anche a pulire i pavimenti della parrocchia e lo faceva con piacere. Era una persona speciale. Non lo dimenticheremo”.

Francesca Grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente