Dj Fabo, assolto Marco Cappato: “Il fatto non sussiste”

Era imputato per aiuto al suicidio per aver accompagnato in una clinica svizzera per il suicidio assistito dj Fabo.

Dj Fabo, assolto Marco Cappato: “Il fatto non sussiste”
Cronaca 23 Dicembre 2019 ore 18:24

Dj Fabo, assolto Marco Cappato: “Il fatto non sussiste”.

Dj Fabo, assolto Marco Cappato: “Il fatto non sussiste”

MILANO – La Corte d’Assise di Milano si è pronunciata: una sentenza di assoluzione per Marco Cappato, imputato per aiuto al suicidio di Fabio Antoniani, dj Fabo, per averlo accompagnato in una clinica svizzera, a Zurigo, prima di morire. Cappato, esponente dei radicali, è stato assolto perché “il fatto non sussiste”.

Il fatto non sussiste

Il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano aveva chiesto l’assoluzione dell’imputato che, prima del ritiro dei giudici in camera di consiglio, ha pronunciato qualche parola: “In piena sintonia e assonanza con le motivazioni che avete prospettato rimettendovi alla Corte Costituzionale la mia è una motivazione di libertà, di diritto all’autodeterminazione individuale, naturalmente all’interno di determinate condizioni, è per questo che ho aiutato Fabiano”.

Un lungo applauso alla lettura della sentenza

Il commento alla sentenza, a lungo applaudita, è arrivato anche dalla fidanzata di Antoniani, Valeria Imbrugno: “Fabiano oggi mi avrebbe chiesto di festeggiare. È una battaglia per la libertà in cui ha sempre creduto”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste