Giornale dei Navigli > Cronaca > Crescono i contagi nel Sud Milano: la situazione comune per comune
Cronaca Buccinasco Cesano Boscone Corsico Rozzano Sud Milano Trezzano -

Crescono i contagi nel Sud Milano: la situazione comune per comune

A Buccinasco 21 casi, 5 a Cesano, 6 a Trezzano. Non nascondono preoccupazione i sindaci che si rivolgono ai cittadini per richiamarli alla responsabilità.

contagi sud milano

Crescono i contagi nel Sud Milano: la situazione comune per comune.

Crescono i contagi nel Sud Milano: la situazione comune per comune

Salgono i contagi e la preoccupazione dei sindaci del territorio che richiamano i cittadini, ancora una volta, al senso di responsabilità.

La situazione più critica si avverte a Buccinasco

Con un totale di 21 persone risultate positive nell’ultimo resoconto. Si tratta di persone giovani e giovanissime, per lo più di ritorno dalle vacanze. Tra questi, due sono ricoverate in ospedale. “i casi aumentano di giorno in giorno – commenta Pruiti –, con e senza sintomi. Non posso nascondere la mia preoccupazione. Ho convocato riunioni con il Centro Operativo Comunale per valutare la situazione. Non escludo la possibilità di ordinare misure restrittive per la nostra cittadinanza, in modo da scongiurare l’aumento dei contagi e tutelare soprattutto le persone più fragili”.

Cesano Boscone

Situazione preoccupante, ma per fortuna sotto controllo, anche a Cesano Boscone. Qui sono stati registrati 5 nuovi casi, di cui un bambino di 9 anni e un ragazzo di 18. Altri tre casi positivi, dopo il decorso della malattia, attendono ora il doppio tampone negativo. “Numeri contenuti e casi con sintomi lievi: sono tutti a domicilio – spiega il sindaco Simone Negri –. Invito comunque a non abbassare la guardia. Rilevo sul territorio un atteggiamento responsabile e mi fa piacere: a seguito dell’appello lanciato con circa 80 sindaci della Città metropolitana, sono diversi, soprattutto ragazzi, che mi scrivono informandomi che a seguito del rientro dalle ferie si sono sottoposti a test/tamponi per accertarsi di non essere venuti a contatto con il virus e noto che la gran parte delle persone che vedo rispetta le precauzioni di distanziamento sociale e utilizza dispositivi di protezione individuale. Puntualmente – prosegue – l’Amministrazione ha ripreso i controlli sui casi in quarantena e sugli esercizi pubblici. Anche le istituzioni, dalla sanitarie a quelle locali, devono far tesoro della terribile esperienza dei mesi scorsi ed essere efficaci e tempestive nelle risposte. Non diamo retta a quelli che ci raccontano di un virus morto o indebolito: siamo noi che dobbiamo essere più forti del virus. Ora abbiamo gli strumenti, il primo dei quali è il nostro senso di responsabilità”.

Trezzano sul Naviglio

Richiama al senso di responsabilità anche il sindaco di Trezzano, Fabio Bottero, che ha comunicato nei giorni scorsi un aumento dei casi. I positivi attualmente sono sei, a casa e in isolamento. Dodici cittadini sono in quarantena perché a stretto contatto con i contagiati. “L’emergenza non è finita, manteniamo alta la guardia”, lancia l’appello il primo cittadino.

Cusago

Brutte notizie anche a Cusago che per mesi è stata covid-free. Qui i casi accertati sono tre: “Numeri contenuti, ma bisogna continuare a seguire le direttive – dichiara il sindaco Gianni Triulzi –. Uso della mascherina, distanziamento e pulizia delle mani. Norme di sicurezza basilari che dovranno accompagnare per lungo tempo i nostri comportamenti, per evitare che i numeri possano tornare a essere preoccupanti”.

Rozzano

A Rozzano il numero di positivi sale a 16 ma aumenta anche il dato sui guariti (+10): “Continuiamo a monitorare la situazione e verificare i dati sui contagi e sui ricoveri in ospedale. Ai cittadini chiedo ancora massimo rispetto delle regole”, commenta il sindaco Gianni Ferretti.

Pieve Emanuele e Basiglio

A Pieve Emanuele da fine luglio a inizio settembre sono stati registrati 7 nuovi casi di cui uno al momento in isolamento. “Ricordiamocelo sempre: non è finita”, dichiara il sindaco Paolo Festa. Nuovi contagi anche a Basiglio, “tutti under 30 – spiega il sindaco Lidia Reale –, di ritorno dalle vacanze, prevalentemente dalla Sardegna. Invito tutti coloro che hanno frequentato luoghi a rischio di comunicarlo subito ad Ats per sottoporsi ai test”. A Basiglio, per fortuna, non ci sono ricoverati e i casi in isolamento sono attualmente sei, di cui 4 fuori Basiglio, tutti asintomatici).

Corsico

A Corsico sono stati registrati, da inizio pandemia, 264 casi totali di cui 45 decessi. I ricoverati sono 8, mentre in quarantena ci sono 19 persone.

Binasco

Agosto tranquillo con zero segnalazioni a Binasco, ma a settembre sono segnalati due cittadini positivi, molto giovani, con condizioni di salute buone, “il primo di ritorno dalle vacanze, l’altro ha contratto il virus al lavoro, tra colleghi – spiega il sindaco Riccardo Benvegnù –. L’impatto sulla popolazione giovane, è vero, è meno pesante, ma non bisogna prendere con leggerezza, non sottovalutare la situazione, soprattutto per tutelare le persone più fragili”.

Due casi positivi a Lacchiarella, uno a Zibido San Giacomo, 14 a San Giuliano.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente