Giornale dei Navigli > Cronaca > Controlli in Stazione Centrale, arrestata banda per furto di zaini e ricettazione
Cronaca Naviglio grande -

Controlli in Stazione Centrale, arrestata banda per furto di zaini e ricettazione

Le attività di controllo straordinario hanno visto impegnati 20 operatori Polfer

Immigrazione clandestina

Controlli in Stazione Centrale, arrestata banda per furto di zaini e ricettazione.

Controlli in Stazione Centrale, arrestata banda per furto di zaini e ricettazione

MILANO – Tre arrestati, 388 identificati, di cui 9 denunciati e 2 minori affidati ai propri genitori: questo il bilancio dell’ultimo servizio straordinario organizzato nella stazione di Milano Centrale dal Compartimento Polizia Ferroviaria di Milano.

I controlli

Le attività di controllo straordinario hanno visto impegnati 20 operatori Polfer, che hanno utilizzato gli smartphone per il controllo in tempo reale dei documenti. Nei pressi della stazione ferroviaria di Milano Centrale, i poliziotti hanno arrestato tre cittadini stranieri, due algerini di 33 e 24 anni, di cui uno risultato irregolare sul territorio nazionale e un altro cittadino francese di 29 anni, responsabili di furto aggravato e ricettazione in concorso tra loro, ai danni di un viaggiatore lituano.

I furti

La vittima, mentre si trovava in piazza IV Novembre, vicino alla fermata dell’autobus diretto all’aeroporto di Milano Malpensa, è stata avvicinata da quattro stranieri. Mentre uno di loro con la scusa di chiedere delle informazioni la distraeva, l’altro del gruppo si impossessato del suo zaino, aiutato dai complici con compiti di “palo”.  Gli agenti di polizia, che hanno assistito ai fatti, sono intervenuti bloccando i tre autori del furto, mentre il quarto è riuscito a fuggire. Lo zaino sottratto, con dentro un computer portatile e una macchina fotografica, dal valore di circa 1.200 euro, è stato recuperato e restituito al legittimo proprietario.

Le indagini

Accertamenti approfonditi sui cellulari degli arrestati hanno poi permesso di risalire al luogo dove erano alloggiati i quattro ladri: gli agenti hanno quindi effettuato una perquisizione domiciliare. In casa, i quattro fermati nascondevano uno zaino con una macchina fotografica e tre obiettivi, oltre a vari accessori dal valore complessivo di circa 1.500 euro, probabilmente merce rubata ad altre vittime. Nel corso della perquisizione, il quarto componente della banda che era riuscito a scappare è rientrato in casa, ignaro della presenza dei poliziotti. Il 25enne francese è stato riconosciuto e denunciato in stato di libertà per aver concorso nel furto e nella ricettazione con gli altri tre arrestati.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente