Controlli in metro, positivo al covid ignora la quarantena e gira sui mezzi pubblici

Nel weekend controlli straordinari da parte della polizia nelle periferie milanesi e nella zona della movida.

Controlli in metro, positivo al covid ignora la quarantena e gira sui mezzi pubblici
Cronaca 19 Ottobre 2020 ore 11:40

Controlli in metro, positivo al covid ignora la quarantena e gira sui mezzi pubblici.

Controlli in metro, positivo al covid ignora la quarantena e gira sui mezzi pubblici

MILANO – Controlli straordinari da parte della polizia nelle periferie milanesi. Nel weekend, sono stati avviati servizi nelle zone comprese tra Villa San Giovanni e Greco Turro.

Controlli straordinari della polizia nel weekend

I poliziotti dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, coadiuvati dai colleghi del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia, hanno identificato un totale di 124 persone. Sono stati controllati quattro esercizi commerciali in zona Villa San Giovanni: uno di questi è stato sanzionato per il mancato rispetto della normativa in materia di slot e videolottery.

Monitorata Metropolitana MM1, fermate Villa San Giovanni, Gorla, Rovereto e altre fino in Duomo

I servizi hanno riguardato anche le fermate delle stazioni della linea metropolitana MM1 Villa San Giovanni, Gorla, Rovereto e altre fino in Duomo. Nelle stazioni, gli agenti della Polmetro hanno controllato 29 viaggiatori. Due gli italiani indagati in stato di libertà, di cui uno minorenne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Operazioni di controllo nella zona della movida milanese

I controlli della polizia si sono poi concentrati, sempre nel weekend, sulla movida milanese. I poliziotti della Squadra Mobile, con i colleghi dei Commissariati Sempione, Centro, Commissariato Bonola e Quarto Oggiaro, si sono concentrati sulle zone vicine all'Arco della Pace. Hanno controllato 60 persone, 12 risultate con precedenti penali. Sono stati trovati e sequestrati a carico di ignoti un pugnale lungo 17 centimetri e tre grammi di hashish. In più gli agenti hanno proceduto con una segnalazione alla Prefettura per un cittadino italiano assuntore di sostanze stupefacenti.

Polmetro in azione alla stazione Cadorna

Parallelamente, la Stazione Cadorna è stata presidiata dalle pattuglie della Polmetro, dalle Unità Cinofile e dagli agenti della Settima sezione dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico che, con l'ausilio del III Reparto Mobile di Milano e della Polizia Scientifica, hanno controllato un totale di 82 persone, 18 delle quali sono risultati con precedenti penali e di polizia. I controlli hanno interessato sia le zone in superficie della stazione che le fermate della metropolitana MM1 e MM2, dove sono state indagate tre persone.

Fermate tre persone, 41enne positivo violava quarantena

Un cittadino italiano è stato denunciato per detenzione e spaccio di stupefacenti, un cittadino peruviano per reati inerenti le leggi sull'immigrazione e un suo connazionale per porto d’armi abusivo e di oggetti atti a offendere. Quest'ultimo, 41enne, è stato denunciato anche per inosservanza dell'ordine dell'autorità in materia di igiene e sanità pubblica in quanto, positivo al covid, aveva violato la quarantena. L'uomo è stato così trasportato dal personale sanitario al Policlinico, insieme al fratello 26enne che era con lui.

Multate 9 persone senza mascherina

Due gli assuntori di stupefacenti segnalati alla locale Prefettura. Un totale di 12 grammi di marijuana e 0,6 di hashish sono stati sequestrati dagli agenti sul posto. Infine, sono state sanzionate nove persone per il mancato utilizzo della mascherina.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Protesta studenti Falcone Righi