Regione Lombardia chiede una Commissione di verifica sul Pio Albergo Trivulzio

La Commissione, costituita oggi, martedì 7 aprile, “agirà – assicura l’assessore al Welfare – in tempi brevi”.

Regione Lombardia chiede una Commissione di verifica sul Pio Albergo Trivulzio
Cronaca 07 Aprile 2020 ore 18:01

Regione Lombardia chiede una Commissione di verifica sul Pio Albergo Trivulzio.

Regione Lombardia chiede una Commissione di verifica sul Pio Albergo Trivulzio

MILANO – “Abbiamo dato mandato ad Ats Città metropolitana di Milano di istituire una Commissione di verifica per far chiarezza sui fatti avvenuti al Pio Albergo Trivulzio negli ultimi mesi”.

La Commissione

Lo hanno riferito nel pomeriggio il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, e l’assessore al Welfare Giulio Gallera. “È necessario analizzare ogni elemento con la massima trasparenza – aggiunge Gallera – e dissipare ogni dubbio, soprattutto quando si tratta della vita delle persone”. La Commissione, costituita martedì 7 aprile, “agirà – assicura l’assessore al Welfare – in tempi brevi”. “Ho chiesto – conclude Gallera – al sindaco Sala che, come noto, nomina il presidente e dà l’intesa per quella del direttore generale, di indicarmi il nominativo di un componente di sua fiducia per la Commissione”.

Ciò che Gallera aveva specificato ieri sera

Nel quotidiano appuntamento con gli aggiornamenti sulla situazione contagi di ieri sera, Gallera aveva specificato che “La Direzione generale della struttura fin dal 23 febbraio ha recepito le direttive di Regione Lombardia di non far entrare i parenti o in modo molto limitata e con i dispositivi, per preservare quei luoghi dall’ondata di infezioni. Secondo una relazione presentata dalla direzione del Pio Albergo Trivulzio, la struttura ha adottato le misure immediatamente. In relazione ai decessi – ancora Gallera –, si è detto: sono morte 70 persone al Pat. È vero, ogni persona che manca è un dolore, ma nel mese di marzo del 2019 sono mancate 52 persone. È un hospice, va ricordato, dove le persone vanno nelle ultime settimane della propria vita. Nel mese di gennaio sono morte più persone del mese di marzo. Sono 18 le persone decedute per covid. Il fatto che il Trivulzio abbia seguito le direttive è dimostrato dalle relazioni prodotte dalla struttura dove il contagio è stato comunque contenuto”.

Sostieni Il Giornale dei Navigli 
Clicca il bottone  e scegli il tuo contributo, grazie!

 Perchè questa richiesta


TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste