Giornale dei Navigli > Cronaca > Cane rischia di affogare nel Naviglio, in due si tuffano e lo salvano FOTO
Cronaca Naviglio grande -

Cane rischia di affogare nel Naviglio, in due si tuffano e lo salvano FOTO

Enpa Milano ripercorre con un post su Facebook il recupero di un cagnolino avvenuto ieri nel tardo pomeriggio.

Cane rischia di affogare

Cane rischia di affogare nel Naviglio, in due si tuffano e lo salvano.

Cane rischia di affogare nel Naviglio, in due si tuffano e lo salvano

MILANO – Una storia a lieto fine. La racconta Enpa Milano che ripercorre con un post su Facebook il recupero di un cagnolino avvenuto ieri nel tardo pomeriggio.

La storia (a lieto fine)

“Alcune persone che passeggiavano lungo il Naviglio Martesana hanno visto un cane in difficoltà che si nascondeva in acqua tra i cespugli presenti lungo il canale all’altezza di via Finzi – scrive l’ente sui social –. Preoccupati per la situazione, hanno richiesto telefonicamente l’intervento degli operatori di Enpa Milano”. Ma mentre gli operatori si precipitavano sul luogo per recuperare la bestiola spaventata e immersa nelle fredde acque del canale, due persone che avevano visto il cane spostarsi verso il centro del Naviglio hanno deciso di tuffarsi in acqua. Sfidando le basse temperature e l’acqua gelida, i due sono riusciti a tirare il cane verso riva, poi lo hanno coperto con una giacca per cercare di riscaldarlo.

SFOGLIA LA GALLERY:

L’intervento dell’Enpa

“Gli operatori di Enpa – proseguono dall’ente – hanno così trasferito l’animale presso la Clinica Veterinaria e, dopo la lettura del microchip attraverso la consultazione dell’Anagrafe Canina Lombarda, hanno rintracciato il proprietario”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente