Giornale dei Navigli > Cronaca > Bruciato il Wall of dolls, l’installazione contro la violenza sulle donne
Cronaca Naviglio grande -

Bruciato il Wall of dolls, l’installazione contro la violenza sulle donne

Un’opera creata per richiamare l’attenzione sul sempre più tristemente attuale tema della violenza sulle donne.

Bruciato il Wall of dolls

Bruciato il Wall of dolls, l’installazione contro la violenza sulle donne.

Bruciato il Wall of dolls, l’installazione contro la violenza sulle donne

MILANO – La notizia diffusa questa mattina ha suscitato preoccupazione e sgomento: il muro delle bambole, l’installazione Wall of dolls realizzata nel 2014 in via De Amicis a Milano è stata danneggiata da un incendio.

L’opera, realizzata nel 2014, simbolo della lotta alla violenza sulle donne

Un’opera creata per richiamare l’attenzione sul sempre più tristemente attuale tema della violenza sulle donne. Sul rogo è intervenuta la segretaria metropolitana del Pd Silvia Roggiani: “Che vergogna. Se fosse confermata la natura dolosa dell’incendio, si tratterebbe di un gravissimo atto di vandalismo nei confronti di un’installazione simbolo della lotta alla violenza di genere. Il muro di bambole in via De Amicis, infatti, denuncia la piaga del femminicidio e rappresenta le troppe donne vittime della violenza di uomini che le hanno percosse, a volte bruciate e uccise”.

Una denuncia contro la piaga del femminicidio

“Ed è come se, con quel gesto ignobile, quelle donne fossero state uccise una seconda volta – continua la segretaria dem – . Faccio eco alle parole delle promotrici dell’installazione, Jo Squillo, Giusy Versace e Francesca Carollo, augurandomi che gli autori del vile gesto si facciano avanti per riparare il danno al più presto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente