Blitz antidroga, al vertice dell’organizzazione i fratelli Ciannella VIDEO

Al Tessera si spacciavano 7 chili di cocaina al mese grazie all'organizzazione gestita dai fratelli. I dettagli dell'operazione.

Cronaca 17 Giugno 2020 ore 10:48

Blitz antidroga, al vertice dell’organizzazione i fratelli Ciannella.

Blitz antidroga, al vertice dell’organizzazione i fratelli Ciannella

CESANO BOSCONE – Erano i fratelli Ciannella, Daniele e Stefano, a capo dell’organizzazione criminale che gestiva in modo esclusivo l’attività di spaccio al Tessera.

Come operava l’organizzazione

A sgominare la banda di otto persone, tutte italiane, ci ha pensato la polizia che ha eseguito l’ordindanza del gip di Milano, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia. Tutti sono ritenuti partecipi o collegati all’associazione a delinquere finalizzata allo spaccio. Gli arresti sono arrivati in seguito al controllo capillare del territorio, con pedinamenti su incontri per le trattative, accertamenti sui locali per lo stoccaggio della droga e per la divisione in dosi. Le cessioni avvenivano durante tutta la giornata, senza sosta, ed erano presidiate per “proteggerle” da eventuali controlli o ingerenze esterne. Un’organizzazione strutturata che riusciva a commercializzare nella piazza di spaccio la media di 7 chili al mese di cocaina.

L’arresto il 4 luglio 2019

Nel corso dell’attività investigativa, il 4 luglio 2019, i poliziotti hanno arrestato lo spacciatore e il custode dello stupefacente. In quella circostanza il primo, Angelo Bux (dipendente in qualità di idraulico dell’azienda Metropolitana Milanese s.p.a.), fu trovato in possesso nella propria abitazione, in via Gramsci, e in un box di via Vespucci al civico 23, di circa 890 grammi lordi di cocaina, un chilo di marijuana, 34 grammi di hashish, vario materiale da confezionamento e 9.650 euro in contanti.

Stoccaggio e confezionamento in quartiere

L’abitazione di Bux era il luogo di spacchettamento e confezionamento in dosi della sostanza stupefacente, mentre il box era il luogo di detenzione della sostanza da passare al taglio. Entrambi i posti rappresentavano il “magazzino secondario” dell’organizzazione criminale. Dopo l’arresto dello spacciatore, i poliziotti della Sezione Antidroga hanno arrestato il custode della sostanza stupefacente, Carmine Urcioli (dipendente dell’Atm con l’incarico di meccanico). Quest’ultimo fu trovato in possesso, all’interno di una cantina di sua proprietà, in via Vespucci sempre al civico 23, di 4,4 chili lordi di cocaina, un pistola modello  XDM calibro 9×21 e varie munizioni da arma corta e arma lunga. La cantina di Urcioli era il principale magazzino dell’organizzazione criminale, nel quale venivano custoditi i quantitativi più ampi di stupefacente e le armi.

Controllo e intimidazione

L’organizzazione criminale, nel corso dell’indagine, ha dimostrato di avere il monitoraggio totale della piazza di spaccio, attraverso un pattugliamento continuo del quadrilatero tra i palazzi popolari, mirato a individuare l’arrivo di forze di polizia e la presenza di spacciatori non affiliati. Inoltre, da alcuni dialoghi tra gli indagati, è emerso in modo palese il potere di intimidazione che i fratelli Ciannella avevano nei confronti di chi aveva intenzione di spacciare nella zona.

Le misure e le perquisizioni

Nei confronti di quattro persone è stata emessa la misura della custodia cautelare in carcere, nei confronti di due persone gli arresti domiciliari e altre due sono state destinatarie dell’obbligo di dimora congiunto all’obbligo di firma. Sequestrati anche un immobile e due macchine. Nel corso dell’esecuzione delle misure cautelari, sono state eseguite perquisizioni domiciliari nei confronti degli indagati che hanno consentito di sequestrare a carico di Daniele Ciannella circa 100mila euro in contanti (trovata in casa, in un piccolo vano costruito dietro a un muro. Nel suo appartamento aveva inoltre un jammer, una macchina contasoldi e appunti manoscritti.

LEGGI ANCHE

[icon name=”external-link-square” class=”” unprefixed_class=””] Blitz al Tessera: sgominata banda che gestiva lo spaccio in quartiere VIDEO

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste