Giornale dei Navigli > Cronaca > B&b trasformato in una casa chiusa: 32enne denunciato per sfruttamento della prostituzione
Cronaca Naviglio grande -

B&b trasformato in una casa chiusa: 32enne denunciato per sfruttamento della prostituzione

Nella casa di appuntamenti gli agenti hanno trovato e sequestrato circa 14mila euro, sicuro provento dell’esercizio della prostituzione.

B&b trasformato casa chiusa

B&b trasformato in una casa chiusa: 32enne denunciato per sfruttamento della prostituzione.

B&b trasformato in una casa chiusa: 32enne denunciato per sfruttamento della prostituzione

MILANO – È stato denunciato per sfruttamento della prostituzione ai danni di una giovane ragazza di origini russe un cittadino bielorusso di 32 anni.

Il b&b in via Silva, zona City Life

Gli agenti della Squadra Mobile, al termine di diversi servizi di osservazione e controllo in via Silva, zona City Life, sono entrati in un bed and breakfast, trasformato in una casa di appuntamenti, nel quale due ragazze dell’Est dell’Europa, di 20 anni, si prostituivano. I poliziotti avevano avviato le indagini approfondendo l’incessante via vai di clienti nella zona e in seguito alle lamentele dei condomini dello stabile. Costretti a casa dal lockdown, si erano accorti che c’era qualcosa di sospetto in quei continui passaggi.

I poliziotti sono entrati nell’appartamento tramite l’autoscala dei pompieri

L’accesso all’interno dello stabile non è stato semplice: gli agenti, dopo essersi qualificati e aver bussato con insistenza alla porta d’ingresso, hanno dovuto chiamare a supporto i vigili del fuoco, accedendo all’appartamento dalla finestra del terzo piano tramite l’autoscala. All’interno dell’appartamento c’era di tutto: creme, lubrificanti, salviette, profilattici e oggetti erotici sparsi ovunque e in parte nascosti in borse, armadi e portafogli. Nel b&b gli agenti hanno trovato e sequestrato circa 14mila euro, sicuro provento dell’esercizio della prostituzione.

Le testimonianze dei clienti

I clienti che nei giorni precedenti erano stati sentiti dagli agenti della Squadra Mobile avevano confermato di aver consumato delle prestazioni sessuali di circa un’ora con due giovani ragazze di origini russe a fronte del pagamento di una somma di denaro che oscillava fra i 200 e i 250 euro. Il contatto delle ragazze lo avevano trovato sul sito d’incontri “EscortForumIt.xxx”. Dietro il sito, secondo gli accertamenti della Squadra Mobile, ci sono persone di origini russe e bielorusse su cui si stanno concentrando le indagini dei poliziotti.

Dopo la perquisizione cancellati tutti gli annunci dai siti d’incontri

Subito dopo la perquisizione nell’appartamento di via Silva, gli annunci relativi alle donne sono stati cancellati da tutti i siti di incontri. Probabilmente la ragazza e il suo sfruttatore hanno eliminato le prove nei minuti in cui agli agenti è stato impedito di entrare in casa per la perquisizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente