Auto in fuga con cinque persone a bordo: bloccata dalla polizia locale

Operazione degli agenti di Corsico: il gruppo era senza documenti e patente.

Auto in fuga con cinque persone a bordo: bloccata dalla polizia locale
Cronaca 14 Marzo 2020 ore 20:08

Auto in fuga con cinque persone a bordo: bloccata dalla polizia locale.

Auto in fuga con cinque persone a bordo: bloccata dalla polizia locale

CORSICO – Le due pattuglie della polizia locale di Corsico erano impegnate, questa mattina, nei controlli per presidiare il territorio e far rispettare i decreti che vietano le uscite senza giustificazione, per evitare il contagio da coronavirus.

L’auto sfrecciava verso Trezzano sulla Vecchia Vigevanese

Mentre gli agenti controllavano gli assembramenti nei parchi e le corrette posizioni delle transennature per evitare l’utilizzo delle aree verdi, hanno notato una macchina sfrecciare lungo la Strada Vecchia Vigevanese, da Corsico in direzione Trezzano. Per due volte la vettura ha bruciato due semafori rossi. Gli agenti hanno immediatamente inseguito la macchina e sono riusciti a bloccarla.

Cinque i fermati

A bordo c’erano cinque cittadini magrebini che hanno giustificato il comportamento dicendo che erano di corsa per portare uno dei passeggeri all’ospedale. Ma la direzione (Trezzano) e l’atteggiamento del gruppo ha insospettito gli agenti che hanno proceduto a controlli più specifici. L’intuizione era corretta: il guidatore era sprovvisto di patente di guida, la macchina non era assicurata e in tre erano senza documenti. Gli agenti hanno portato il gruppo al comando per ulteriori controlli e lì in due hanno detto di sentirsi male e di avere la febbre.

Due fuggiti durante il controllo ospedaliero

È stata chiamata subito l’ambulanza che ha portato i due uomini al pronto soccorso dell’ospedale San Giuseppe ma qui, approfittando dei momenti di criticità e impegno per fronteggiare l’emergenza sanitaria, i due sono riusciti a scappare facendo perdere le proprie tracce, su cui si trovano gli agenti della polizia locale. Gli altri tre sono stati invece subito identificati e denunciati, sia per la mancanza di documenti, sia per le violazioni del decreto ministeriale.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste