Giornale dei Navigli > Cronaca > Antico ponte sul Naviglio Pavese, al via i lavori di restauro
Cronaca Rozzano -

Antico ponte sul Naviglio Pavese, al via i lavori di restauro

Un intervento del Comune che investe 60mila euro per rifare il fondo e dotare il ponte di nuovi parapetti.

ponte Naviglio Pavese lavori

Antico ponte sul Naviglio Pavese, al via i lavori di restauro.

Antico ponte sul Naviglio Pavese, al via i lavori di restauro

ROZZANO – “Valorizzare un’opera sottoposta a tutela monumentale da parte della soprintendenza delle Belle Arti, che riveste un ruolo riconosciuto negli itinerari lungo il Naviglio Pavese e nei percorsi ciclopedonali cittadini”. Questo l’obiettivo dell’amministrazione comunale che ha deciso di restaurare il ponte storico sul Naviglio Pavese, nella frazione di Cassino Scanasio, con un intervento che ne preserva l’architettura originaria e ne assicura la funzionalità. Il Comune si farà carico dei costi necessari dei lavori per un importo complessivo di circa 60mila euro. Dopo la firma dell’accordo con il consorzio di bonifica est Ticino Villoresi (ente che gestisce le acque del Naviglio) per la concessione a uso pubblico del ponte, il Comune di Rozzano è pronto a dare avvio ai lavori. L’intervento si concluderà entro fine novembre e prevede l’installazione di nuovi parapetti in ferro, più alti e sicuri di quelli originari, e il rifacimento del fondo stradale.

Le parole del sindaco

“Sono particolarmente compiaciuto di questo progetto che dà seguito a un impegno preso con la cittadinanza – commenta il sindaco Gianni Ferretti – la ristrutturazione del ponte non era di nostra competenza in quanto l’ente gestore è il consorzio di bonifica est Ticino Villoresi ma, visto la stato in cui si trovava quest’opera, mi sono attivato per avviare tutte le procedure necessarie per prendercene cura. Il ponte si inserisce infatti in un contesto ambientale di rilievo e fa parte del patrimonio storico architettonico del nostro territorio. La sua valorizzazione è motivo di grande soddisfazione ed è in sintonia con le attuali tendenze della cultura urbanistica dell’amministrazione comunale”.

L’assessore Zanaboni

“Si tratta di un intervento conservativo e duraturo con il quale intendiamo dare nuova vita a questo suggestivo ponte rendendolo fruibile a tutti cittadini – aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici Denis Zanaboni – l’accesso al ponte si può considerare infatti come un collegamento strategico di unione tra il percorso ciclabile Milano-Pavia e quello comunale che fiancheggia la ex strada statale 35 dei Giovi, nonché con il centro della città”. La chiusura del ponte era stata disposta dal consorzio di bonifica est Ticino Villoresi nel 2019 anche a seguito di alcune segnalazioni giunte dai cittadini. Il fondo delle rampe di accesso era infatti molto sconnesso e i parapetti originari avevano un’altezza inferiore a quella prevista per evitare che, sporgendosi, si potesse cadere nel Naviglio.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente