Cronaca
a 96 anni

Anche Milano piange la morte della Regina Elisabetta II

Il Regno Unito di Gran Bretagna, ma un po' tutto il Mondo, è in lutto per la scomparsa dell'amata sovrana.

Anche Milano piange la morte della Regina Elisabetta II
Cronaca Naviglio grande, 08 Settembre 2022 ore 20:13

Commozione anche Milano, che piange la morte della Regina Elisabetta II.

Milano piange la morte della Regina Elisabetta II

Nel 1961 la Regina Elisabetta II arrivò a Milano per la prima volta. Il capoluogo lombardo tornò ad abbracciare la Regina nel 2000. La città di Milano ora ricorda con affetto quelle incredibili giornate: la sua visita e prima al Teatro alla Scala, il passaggio in piazza Duomo e nelle vie limitrofe. Una volta arrivata alla Scala, affianca da Filippo di Edimburgo, entrò per assistere al concerto in suo onore.

Nel 2000, quando la Regina tornò alla Scala, a dirigere l'orchestra c'era Riccardo Muti: all'inno inglese "God save the Queen" seguì l'Inno di Mameli. Il concerto fu un vero successo.

Il simbolo del '900

E' stata una figura di riferimento non solo per il suo popolo. La Gran Bretagna perde oggi, 8 settembre 2022, la sua Regina: è morta Elisabetta II d'Inghilterra.

La notizia del decesso è stata data dalla BBC poco dopo le 19.30.

L'inizio di una storia quasi senza fine

Elizabeth Alexandra Mary nacque a Londra il 21 aprile 1926. Figlia maggiore del Duca di York, che in seguito diventerà re con il nome di Giorgio VI, e di sua moglie Elisabetta, prima Duchessa di York e poi regina consorte, diventa erede al trono nel 1936, anno dell'abdicazione di suo zio Edoardo VIII.

Diventa regina all'età di venticinque anni, alla morte del padre, il 6 febbraio 1952, venendo poi incoronata il 2 giugno 1953 nell'Abbazia di Westminster.

La  nomina del premier  in Scozia

In tante occasioni - soprattutto di recente - ci si è preoccupati per le sue condizioni di salute, ma questa volta la questione pareva più seria. Perché per la prima volta nei suoi 70 anni di regno, non ha investito un nuovo premier a Buckingham Palace. Ha infatti incontrato Lizz Truss, succeduta a Boris Johnson, a Balmoral, in Scozia, sede delle sue vacanze estive dalla quale i medici le avevano sconsigliato di muoversi.

E qualche timore in più era emerso mercoledì 7 settembre 2022, quando aveva dovuto rinunciare a una riunione virtuale  del Consiglio Privato nella quale la nuova premier  Liz Truss  avrebbe dovuto prestare giuramento quale Primo Lord del Tesoro e gli altri ministri essere nominati nel Consiglio.

Le ultime ore

Appena si è diffusa la notizia che le sue condizioni di salute stavano drasticamente peggiorando, l'intero Regno Unito si è quasi fermato. I figli e i nipoti sono accorsi tutti o quasi al suo capezzale, mentre la Bbc ha interrotto le trasmissioni per organizzare delle trasmissioni in diretta con i conduttori e gli inviati tutti vestiti di nero.

Elisabetta aveva contratto il Covid a  febbraio (e non era mancata la fake news sulla sua morte causata dal virus): aveva accusato solo lievi sintomi, ma ne era uscita provata.

E negli ultimi tempi aveva fatto pochissime apparizioni: soltanto un paio sul balcone di Buckingham Palace a giugno, in occasione del Giubileo di Platino. Per il resto aveva dovuto rinunciare a tutte le altre uscite.

La seconda sovrana al mondo per longevità

Di recente aveva celebrato il giubileo di platino del suo regno. Settant'anni in cui è stata amata e apprezzata dal suo popolo e non solo. Una delle reggenze più longeve della storia mondiale, seconda solo a Luigi XIV, che regnò in Francia per ben 72 anni e 110 giorni (ma lui iniziò quando aveva solo 5 anni...).

Elisabetta II ha recentemente superato anche Bhumibol Adulyadej, re della Thailandia, che guidò il Paese asiatico dal 9 giugno 1946 al 13 ottobre 2016, giorno della sua morte.