Cronaca
l’Amministrazione si è costituita parte civile

Al via l'udienza preliminare del processo contro l'ex sindaco Antonino Nucera di Opera

Peculato, appalti truccati per favorire i conoscenti e traffico di rifiuti sono le accuse mosse all'ex primo cittadino di Opera.

Al via l'udienza preliminare del processo contro l'ex sindaco Antonino Nucera di Opera
Cronaca Sud Milano, 22 Marzo 2022 ore 11:40

L’ex primo cittadino di Opera è stato accusato di peculato, appalti truccati per favorire i conoscenti e traffico di rifiuti. E' stato arrestato l'8 aprile 2021 e successivamente  il Comune è stato commissariato.

Stamattina al via l'udienza preliminare del processo

OPERA – È iniziata stamattina l’udienza preliminare del processo “che vede imputato, tra gli altri, l’ex sindaco Antonino Nucera. All’udienza, in rappresentanza del Comune e dei cittadini di Opera, sarà presente la sindaca Barbara Barbieri”, scrivono sui social dal Comune.

L'Amministrazione comunale si è costituita parte civile

“Con delibera n. 1 del 13/1/2022, infatti, l’Amministrazione si è costituita parte civile per garantire che chiunque, nell’ambito del procedimento penale in corso, abbia causato danni economici e morali al comune e agli operesi, li debba rifondere.

L’Amministrazione - sottolinea Barbieri - ha fiducia nella giustizia ed è sicura che nel corso del processo sarà fatta chiarezza sui fatti accaduti nel recente passato e che hanno portato l'8 aprile 2021 all'arresto dell'ex sindaco e dell'allora capo dell'ufficio tecnico e, successivamente al commissariamento del Comune”. 

L'inchiesta e le accuse all’ex primo cittadino

L’ex primo cittadino Nucera è stato accusato di peculato, appalti truccati per favorire i conoscenti e traffico di rifiuti. Secondo l’inchiesta, avrebbe aiutato una serie di società “amiche” a subentrare negli appalti per le manutenzioni delle strade e in lavori pubblici come gli interventi sulle scuole, sul centro civico e sul campo sportivo, ricevendo, in cambio, circa 50mila euro per i favori fatti da lui e dalla sua compagna.

Lo stoccaggio abusivo di rifiuti

A settembre dello scorso anno, il sostituto procuratore Stefano Civardi ha avanzato nuove imputazioni nei confronti di Nucera, responsabile, secondo l’accusa, di aver dato il consenso (in accordo con Gaeta Rosaria, responsabile del settore urbanistica e compagna di Nucera) allo stoccaggio abusivo di materiali che uscivano da cantieri del Comune, in particolare vecchi asfalti.

Da sindaco continuava a percepire lo stipendio come Dirigente di una scuola di Milano

Nucera dovrà inoltre rispondere dell’accusa di essersi fatto cancellare delle multe da due comandanti della polizia locale operese. In ultimo, ha continuato a incassare lo stipendio da circa 60mila euro l’anno come dirigente del personale Ata all’istituto Cavalieri di Milano, senza comunicare quindi l’aspettativa per il ruolo di sindaco.

LEGGI ANCHE: