Agente interviene su giovani vandali e si infortuna per rincorrerli. L'appello del sindaco

È accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 9 marzo, al quartiere Tessera all'interno del Parco Gobetti.

Agente interviene su giovani vandali e si infortuna per rincorrerli. L'appello del sindaco
Cronaca Cesano Boscone, 10 Marzo 2021 ore 13:02

Agente interviene su giovani vandali e si infortuna per rincorrerli. L'appello del sindaco

Agente interviene su giovani vandali e si infortuna per rincorrerli. L'appello del sindaco

CESANO BOSCONE - Infortunio alla caviglia per un vigile del Corpo della Polizia locale di Cesano, mentre rincorreva una banda di ragazzini.

All'interno del quartiere Tessera

È accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 9 marzo, al quartiere Tessera all'interno del Parco Gobetti, dove i vigili di presidio all'ingresso del giardino hanno sorpreso un gruppo di giovani, assembrati e senza mascherina, intenti a rimuovere i nastri dalle aree attrezzate per gioco, il cui utilizzo è stato vietato dall'ultima ordinanza regionale.  Stando alle testimonianze degli agenti, che poi sono riusciti a individuare alcuni dei ragazzi coinvolti, non si tratterebbe della prima volta. Grande spavento, invece, per l’agente portato in pronto soccorso, a cui è stata immobilizzata la caviglia per una brutta distorsione con interessamento dei legamenti.

L'appello del sindaco alle famiglie

“Faccio un appello alle famiglie – richiama il sindaco Simone Negri – perché ci aiutino a controllare e ridurre la mobilità dei giovani. I nostri vigili sono in prima linea sul territorio per far rispettare le misure di contenimento e le restrizioni imposte dall'emergenza del covid, per questo chiedo a tutte e a tutti di compiere uno sforzo nel limitare le uscite a esigenze strettamente necessarie. Comprendo la stanchezza dei cittadini, ma non dobbiamo abbassare la guardia proprio adesso e non possiamo permetterci che la Polizia locale, già in servizio a ranghi ridotti, si infortuni per correre dietro a chi non rispetta le norme. Di fronte a fenomeni come questi, purtroppo in crescita e reiterati, al di là delle sanzioni pecuniarie, come amministrazione crediamo sia necessario attivare anche i servizi sociali. Al nostro agente – conclude Negri – i migliori auguri di pronta guarigione e a tutto il Corpo della Polizia un ringraziamento per il grande lavoro quotidiano”.