“Accosta, mi hai rotto lo specchietto”: denunciati due truffatori

I due noleggiavano un'auto a Napoli e venivano a compiere le truffe a Milano.

“Accosta, mi hai rotto lo specchietto”: denunciati due truffatori
Cronaca 19 Giugno 2020 ore 11:13

“Accosta, mi hai rotto lo specchietto”: denunciati due truffatori.

“Accosta, mi hai rotto lo specchietto”: denunciati due truffatori

MILANO – La Polizia di Stato ha indagato mercoledì a Milano due cittadini napoletani, F.T. di 43 anni ed E.V. di 63 anni, pluripregiudicati per reati contro il patrimonio, per l’ennesimo tentativo di truffa ai danni di un automobilista.

La tentata truffa ai danni di una donna

Verso le 14.30, la Centrale Operativa della Questura di Milano aveva comunicato alle pattuglie di controllo del territorio una tentata truffa ai danni di una donna. La 30enne aveva chiamato la polizia per dire che mentre stava guidando in viale Brianza, dopo aver sentito un rumore sulla propria auto, era stata avvicinata da una vettura. I due passeggeri l’avevano invitata a fermarsi per un danno che lei avrebbe procurato al loro specchietto. Si è accostata nei pressi di piazzale Loreto ed è scesa per controllare la situazione delle due macchine: in quel momento la donna ha capito che qualcosa non andava e se n’era andata.

L’auto dei truffatori bloccata in viale Fermi

denunciati due truffatori

La descrizione dell’auto dei truffatori ha fatto sì che dopo un paio di ore, verso le ore 17, gli agenti della volante del Commissariato Comasina incrociassero la vettura sospetta in viale Marche e la seguissero fino a viale Fermi, dove l’hanno bloccata per un controllo.  A bordo dell’auto, nascosti nella tappezzeria vicino all’aletta parasole del lato guida, i poliziotti hanno trovato 12 banconote da 50 euro, probabilmente il guadagno delle truffe, e nel vano porta oggetti al lato passeggero un sacchettino con una decina di piccoli sassi da lanciare al veicolo della vittima di turno con la quale simulare, poi, l’urto.

La truffa dello specchietto

In pratica, lanciando i sassi contro l’auto presa di mira, facevano finta di aver subito il danno allo specchietto, chiedendo un immediato risarcimento in contanti per evitare pratiche burocratiche con le assicurazioni. I due truffatori, secondo quanto ricostruito dai poliziotti del Commissariato Comasina, erano soliti noleggiare un’auto a Napoli per poi dirigersi verso Milano, dove hanno messo a segno numerosi tentativi di truffa.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste