Giornale dei Navigli > Cronaca > A1 chiusa per nebbia, maxi tamponamento tra Milano Sud e Lodi
Cronaca Naviglio grande Sud Milano -

A1 chiusa per nebbia, maxi tamponamento tra Milano Sud e Lodi

Diversi incidenti intorno al km 40, traffico deviato. Il servizio di soccorso 118 ha disposto una maxiemergenza.

A1 chiusa

A1 chiusa per nebbia, maxi tamponamento tra Milano Sud e Lodi.

A1 chiusa per nebbia, maxi tamponamento tra Milano Sud e Lodi

Un tratto dell’autostrada A1 tra Milano sud e Basso Lodigiano è stato chiuso questa mattina dopo diversi incidenti occorsi intorno al km 40, a causa probabilmente della fitta nebbia. Il servizio di soccorso 118 ha disposto una maxiemergenza per soccorrere gli automobilisti coinvolti ma non si ha ancora una valutazione esatta sulle persone rimaste ferite.

Una dozzina i mezzi coinvolti

A causa della nebbia un primo incidente si è verificato al chilometro 39, nei pressi del casello di Casalpusterlengo, attorno alle 8.20, con il ferimento di un uomo di 49 anni. Poco dopo un 34enne è rimasto ferito poco più a Sud e, dopo altri cinque minuti, un 43enne e un’altra persona sono rimasti contusi in un terzo tamponamento avvenuto alcuni chilometri prima dello stesso casello. Attorno alle 9.20, invece, si è registrata un’altra collisione tra veicoli pochi chilometri prima del casello di Lodi.

Traffico deviato

Nel maxitamponamento sono stati coinvolti una dozzina di mezzi, tra cui un tir. L’autostrada è stata chiusa in entrambe le direzioni, in considerazione della scarsissima visibilità in zona. Da Milano verso Sud – dove si è verificato il maxitamponamento fra Casalpusterlengo e il casello di Basso lodigiano – i veicoli vengono deviati sulla Tangenziale Est Esterna, mentre in direzione Nord, il traffico è fatto deviare sulla A21 Torino-Brescia.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

torna alla home

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente