Cronaca
un nuovo scempio

A 24 ore dall'ultima pulizia l'ennesimo scarico abusivo di rifiuti presso l’area della Via Gattinara

Il sindaco: "La nostra lotta agli incivili non si ferma. Tolleranza zero contro chi pensa di sporcare il nostro territorio e di farla franca".

A 24 ore dall'ultima pulizia l'ennesimo scarico abusivo di rifiuti presso l’area della Via Gattinara
Cronaca Buccinasco, 17 Ottobre 2022 ore 13:12

Sono passate solo 24 ore dall’intervento di pulizia e rimozione di rifiuti scaricati precedentemente ed ecco un nuovo scempio dovuto all'inciviltà.

Ennesimo scarico abusivo di rifiuti

ASSAGO - Ancora un atto di inciviltà in via Gattinara, ancora una volta ignoti hanno scaricato rifiuti a base di catrame, molto probabilmente derivanti da interventi di ristrutturazione edilizia.

Dopo solo 24 ore dall'ultimo scarico incivile

Ogni singolo scarico abusivo rappresenta un segno di inciviltà, un fatto grave, ma per quest’ultimo illecito emerge l’ulteriore gravità poiché avvenuto a distanza di meno di 24 ore dall’intervento di pulizia e rimozione di rifiuti scaricati precedentemente costato circa € 5.000.=.

L’area di Via Gattinara è da sempre inserita nel piano di controllo svolto dalla Polizia Locale tuttavia è chiaro come questo tipo di illecito avvenga in orari pressoché notturni.

Oltre all’aspetto ambientale per il quale il Comune di Assago, da sempre affronta con estrema urgenza l’organizzazione delle rimozioni e degli smaltimenti, questi episodi costituiscono una grave criticità per il decoro del territorio e per i costi che il Comune deve sostenere per lo smaltimento.

Il sindaco: "La nostra lotta agli incivili non si ferma"

“La nostra lotta agli incivili – commenta il sindaco Lara Carano – non si fermerà mai.  Chi pensa di abbandonare rifiuti per strada sappia che la Polizia Locale ora è attrezzata per accertamenti ancora più rapidi ed efficaci per  porre fine a tali fenomeni  e preservare il più possibile il decoro urbano e dell’ambiente. Tolleranza zero contro chi pensa di sporcare il nostro territorio e di farla franca”.

Seguici sui nostri canali