Menu
Cerca
il comunicato

Volontariato: “quando la passione diventa professione”

Venerdì 30 aprile alle 18 verrà trasmessa in diretta Facebook la video-intervista ad Annalisa Moretto, che sta svolgendo il servizio civile nel Comune di Basiglio.

Volontariato: “quando la passione diventa professione”
Attualità Rozzano, 30 Aprile 2021 ore 13:07

Volontariato: “quando la passione diventa professione”.

Volontariato: “quando la passione diventa professione”

BASIGLIO – Venerdì 30 aprile alle ore 18, si terrà la prima delle tre video-interviste condotte da alcuni ragazzi di Basiglio per “Go Smart” (Giovani Organizzati Sud Milano Attivano Reti Territoriali), progetto del Distretto Visconteo Milano sud, finanziato da Regione Lombardia e rivolto ai giovani dai 16 ai 25 anni.

CLICCA QUI PER L’INTERVISTA

Il primo appuntamento è fissato per il 30 aprile con la video-intervista ad Annalisa Moretto

Il ciclo “Smart interview: quando la passione diventa professione” intende far raccontare ai volontari la propria esperienza. Si aprirà il 30 aprile con la video-intervista ad Annalisa Moretto, che sta svolgendo il servizio civile nel Comune di Basiglio. I successivi due appuntamenti vedranno il confronto dei giovani basigliesi coinvolti nel progetto prima con una volontaria della Croce Amica e poi con due ragazze del volley, per parlare di volontariato, rispettivamente, nel pronto intervento e nell’ambito sportivo. Le tre video-interviste saranno trasmesse in diretta sulla pagina Facebook di Giostra, la cooperativa sociale che ne cura la realizzazione.

Volontariato passione professione

“Abbiamo accolto con piacere l’invito a far parte di un progetto – dichiara il sindaco Lidia Reale – che coinvolge i giovani facendo loro scoprire il valore del volontariato, come quello svolto nelle pubbliche amministrazioni grazie al servizio civile. Ma anche nelle associazioni di volontariato di valore sociale, come Croce Amica, dove i giovani hanno dato e danno un contributo fondamentale nell’assistere la popolazione durante l’emergenza. Così come il volontariato in ambito sportivo”.

Il progetto “Go Smart” ha lo scopo di promuovere la partecipazione dei giovani alla vita sociale e politica

Il progetto “Go Smart” è stato attivato per promuovere la partecipazione dei giovani alla vita sociale e politica dei territori, per consentire loro di concorrere al processo decisionale e poter orientare le politiche rivolte al target 16-25 anni. Con l’arrivo dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19 i partner del progetto hanno deciso di unirsi e di provare una modalità alternativa per agganciare i giovani. Si è scelto di utilizzare lo strumento del sondaggio on line, attraverso il quale sono stati reclutati i partecipanti alle video-interviste “Smart interview: quando la passione diventa professione”.