Giornale dei Navigli > Attualità > Vik and the Doctors of Jive al Blue Note: guest star Vince Tempera
Attualità Naviglio grande -

Vik and the Doctors of Jive al Blue Note: guest star Vince Tempera

Dopo i primi minuti di show sul palco viene invitato il mentore e guida del gruppo: il grande Vince Tempera.

Vik and the Doctors of Jive

Vik and the Doctors of Jive al Blue Note: guest star Vince Tempera.

Vik and the Doctors of Jive al Blue Note: guest star Vince Tempera

MILANO – Nella notte del 12 settembre 2020 le luci del Blue Note (distaccamento italiano del famoso club newyorkese che propone regolarmente concerti jazz e blues) si sono accese per Vik and the Doctors of Jive, esplosiva band famosa per i suoi ritmi “swingati”.

Il concerto di sabato 12 settembre

L’orchestra, che già nel 2019 aveva calcato lo stesso palco con enorme successo tra il pubblico milanese, è composta da grandi professionisti del panorama jazz italiano e internazionale e vede al microfono Vik Dinamite, Vittorio Marzioli, con la sua voce roca e la sua ironia dirompente. Per presentarsi al meglio la band decide di aprire la serata con le note di “ Volare ”, in una entusiasmante versione swing del capolavoro di Modugno: il pubblico già si accende, trascinato dalle sonorità della sezione fiati, gli ottoni di Germano “L’olandese” Zenga col suo sax tenore, di Fabio Buonarota (smilzo) alla tromba e di Carlo Napolitano detto anche Mr Bolla al trombone. Al piano un ottimo Giulio Stromendo, in arte ste 2 dita, mentre i ritmi, che partono dal jive per arrivare persino ai levare dello ska, sono scanditi dalla battaeria di Tommaso Bradascio e dal contrabbasso di Alex Osciari.

Un repertorio di grandi successi

Il repertorio comprende grandi successi di Renato Carosone, Dean Martin, Louis Armstrong, Nat King Cole nomi mai dimenticati che tornano a vivere su uno dei palchi più famosi del capoluogo lombardo. I brani si susseguono e farsi trascinare dalla musica non è mai stato così facile: le melodie sono ricercate, ma coinvolgono tutti, anche chi non è in confidenza con il genere.

L’ospite speciale: Vince Tempera

Il locale è caldo e il pubblico variegato, il meglio però deve ancora arrivare: dopo i primi minuti di show sul palco viene invitato il mentore e guida del gruppo: il grande Vince Tempera. Egregio tastierista, arrangiatore e direttore d’orchestra di fama mondiale che sale sul palco e si siede al piano per regalare al pubblico un travolgente medley dei suoi innumerevoli successi e un’interpretazione più intima del brano senza tempo di Fred Buscaglione e i suoi Asternovas “Guarda che luna”. La festa continua e anche il brano inedito del gruppo, Mambo made in Italy, riesce a coinvolgere i tanti seduti ai tavolini del locale: quando il frontman, da ottimo crooner, chiede al pubblico di esserci, questo risponde. Si canta insieme “Con il nastro rosa” di Battisti e persino un tormentone estivo in versione swing, si battono le mani e si schioccano le dita travolti dal ritmo.

La bella “normalità”

Finalmente si può tornare ad ascoltare della buona musica dal vivo, esperienza che rinvigorisce gli animi provati dei milanesi dopo il lungo periodo di astinenza legato all’emergenza causata dalla pandemia da covid-19. La serata si conclude con una divertente versione di Buonanotte fiorellino, il pubblico canta insieme a Vik, gli applausi e i complimenti sono tantissimi, finalmente la buona musica raccoglie il successo che merita, in una location da sogno.

Marta Caporale    

Vik and the Doctors of Jive

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente