Attualità

Via le bici Ofo da Trezzano, vince l'inciviltà

"Ha prevalso il vandalismo su un bene pubblico che ci era stato donato", spiega il sindaco Fabio Bottero.

Via le bici Ofo da Trezzano, vince l'inciviltà
Attualità 29 Ottobre 2018 ore 15:47

Via le bici Ofo da Trezzano, vince l'inciviltà.

Via le bici Ofo da Trezzano, vince l'inciviltà

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Niente più bici gialle sul territorio di Trezzano. Alla fine, ha vinto l’inciviltà. Quella delle persone incapaci di valutare l’opportunità di un bene comune e che hanno dato poca importanza a un servizio che avrebbe portato benefici concreti alla mobilità sostenibile sul territorio. Almeno all’inizio sembrava funzionare, poi decine di bici vandalizzate, rotte, a cui veniva spaccato il meccanismo che consentiva la condivisione, persino riverniciate e legate ai box di casa, come oggetti personali, hanno convinto il Comune a cessare il servizio e la collaborazione con Ofo.

Proposta partita dal consiglio comunale dei Ragazzi

Un’iniziativa partita dai ragazzi: il consiglio comunale ha infatti discusso e approvato la proposta avanzata dal consiglio comunale dei Ragazzi. “Vedere abbandonate per strada le bici – dice Eleonora Malerba, sindaco dei Ragazzi – è indecente. È un peccato dover rinunciare a questa iniziativa ma purtroppo ci sono persone irrispettose che arrivano a spaccare il meccanismo per appropriarsene, ridipingendole con degli spray per poi mettersele nel box o nella cantina di casa. A mio avviso non erano state pensate per questo scopo ma per un utilizzo sociale e per aiutare le persone a spostarsi agevolmente nel traffico cittadino anche non trovandosi nel proprio paese”.

La posizione del sindaco Bottero

Dello stesso parere il sindaco “dei grandi”, Fabio Bottero: “Concordo nel rimuovere le bici OFO – ha spiegato il sindaco Fabio Bottero – perché in gran parte sono state distrutte e sono diventate una forma negativa di arredo urbano. Ma in questi anni, da quando sono state introdotte, ho visto circolare molti più giovani per il Paese: all’inizio quindi l’iniziativa ha portato effetti positivi ma poi ha prevalso il vandalismo su un bene pubblico che ci era stato donato. Dobbiamo però prendere spunto dagli aspetti positivi per sviluppare un servizio di bike sharing anche locale”.

OFO recupererà tutte le biciclette sul territorio

Abbiamo scritto a Città Metropolitana e a Milano – aggiunge l’assessore all’Ambiente Cristina De Filippi – OFO ci ha assicurato che organizzerà il prelievo delle biciclette sparse sul territorio e ci ha proposto azioni congiunte per evitare che vengano riportate sul nostro territorio”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI