Menu
Cerca

Variante PGT Buccinasco, parola d’ordine: rigenerazione urbana

Numerosi e ambiziosi gli obiettivi. Tra questi il ricollocamento del quartiere Terradeo abitato dalla comunità sinta.

Variante PGT Buccinasco, parola d’ordine: rigenerazione urbana
Attualità 09 Luglio 2018 ore 15:59

Variante PGT Buccinasco, parola d’ordine: rigenerazione urbana.

Variante PGT Buccinasco, parola d’ordine: rigenerazione urbana

BUCCINASCO – Il punto di partenza per la “revisione complessiva dei contenuti strategici del Piano di governo del territorio” (si legga varianti al Pgt) è la rigenerazione urbana.

Gli obiettivi

“Riqualificazione dei contesti industriali dismessi, ridefinizione di una strategia ragionevole per le attività commerciali, elaborazione di strategie possibili e praticabili per il disegno del centro cittadino e il completamento del sistema delle aree verdi di fruizione comunale e sovracomunale”, spiega gli obiettivi l’assessore all’Urbanistica Emilio Guastamacchia.

Le aree dismesse

In questi giorni, insieme ai consiglieri Claudia Bianchi, Simone Mercuri e Matteo Carbonera, sta facendo un tour nelle aree dismesse o che necessitano interventi di riqualificazione, per procedere attraverso un percorso di rivitalizzazione del territorio ragionato e condiviso.

Idee, suggerimenti, richieste entro il 18 ottobre

Condivisione, infatti, è l’altra parola d’ordine: c’è tempo fino al 18 ottobre per proporre idee, suggerimenti, richieste (da indirizzare all’Ufficio Protocollo), per modificare una o più aree della città. “La pianificazione urbanistica – aggiunge il sindaco Rino Pruiti – è un momento e un processo fondamentale per lo sviluppo di un territorio. Il consumo zero di suolo, da noi introdotto già nel precedente PGT, ormai è legge: puntiamo quindi sulla rigenerazione urbana e la sostenibilità ambientale. È il momento di ripartire, ripensare, fare proposte, partecipare”.

Ricollocare il quartiere Terradeo

Altro obiettivo: ricollocare il quartiere Terradeo abitato dalla comunità sinta, “per risolvere in modo definitivo la questione normativa dell’area che si trova all’interno del Parco Agricolo Sud Milano – conclude Guastamacchia –. Sarà questa l’occasione per aggiornare anche il Piano del Traffico per rileggere e verificare le situazioni problematiche di viabilità sul territorio comunale”.

Redazione

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli