Attualità
DEGRADO E VANDALISMO

Trezzano, via Prati presa di mira dagli incivili. I lavoratori: "Servono telecamere"

“L'area viene pulita e ripulita costantemente – replica il sindaco Bottero - stiamo monitorando la situazione e sicuramente potenzieremo i controlli".

Trezzano, via Prati presa di mira dagli incivili. I lavoratori: "Servono telecamere"
Attualità Trezzano, 08 Aprile 2022 ore 12:44

I lavoratori della zona denunciano la situazione in cui si trova la zona di via Prati abbandonata al degrado e al vandalismo da tempo e chiedono maggiori controlli e telecamere che possano dissuadere i vandali.

Degrado e vandalismo in via Prati

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Passando per via Prati, stradina nella zona industriale non lontana dalle residenze ma non abbastanza trafficata da scoraggiare i vandali, si trova di tutto.

Un'area presa di mira dagli incivili

Sacchi neri, pieni di rifiuti di ogni genere, cartoni bagnati che creano poltiglie a bordo strada e persino sacchetti pieni di cibo ormai in putrefazione, anche pesci lasciati lì a marcire. I lavoratori della zona chiedono “più controlli, la situazione è indecente, quest'area viene presa di mira dagli incivili che sporcano ovunque. Abbiamo bisogno di strade più pulite e di telecamere che possano dissuadere i vandali”.

Il sindaco: "la via Prati sarà depavimentata e riqualificata"

“L'area viene pulita e ripulita costantemente – replica il sindaco Fabio Bottero - e proprio lì abbiamo installato delle fototrappole che purtroppo qualcuno ha danneggiato, stiamo monitorando la situazione e sicuramente potenzieremo i controlli.

In parallelo abbiamo progetti di riqualificazione più ampia di tutta l'area, nati da idee condivise con il gruppo di lavoro del Politecnico nell'ambito del ripensamento delle aree urbane e in linea con gli obiettivi di Milano e della Città metropolitana 'città spugna': la via Prati sarà depavimentata e riqualificata a verde drenante con spazi per i lavoratori. L'intervento darà un contributo alla riduzione delle temperature dell'isola di calore generata dal comparto industriale.

Il progetto del Gruppo Cap per rivedere il sistema fognario della zona

Per la zona – conclude Bottero – c'è anche il progetto del Gruppo Cap di 9 milioni di euro (che abbiamo già approvato in Giunta) per rivedere il sistema fognario tra le vie Piero della Francesca, Buonarroti e Galilei al fine di evitare allagamenti nelle aziende e nelle abitazioni".