Giornale dei Navigli > Attualità > Svincolo killer a Trezzano: “Bocciata la richiesta di finanziamento per la messa in sicurezza”
Attualità Trezzano -

Svincolo killer a Trezzano: “Bocciata la richiesta di finanziamento per la messa in sicurezza”

Questo svincolo è tragicamente noto per via delle decine di incidenti e feriti che si sono verificati negli ultimi anni

Svincolo killer Comitato

Svincolo killer a Trezzano: “Bocciata la richiesta di finanziamento per la messa in sicurezza”

Svincolo killer a Trezzano: “Bocciata la richiesta di finanziamento per la messa in sicurezza”

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Ancora uno stop per la messa in sicurezza dello svincolo killer.

Il consigliere Di Marco

“La maggioranza di Lega e centro-destra, nell’ambito della discussione sul bilancio lombardo, ha bocciato la richiesta del M5S riguardante il finanziamento del progetto per la messa in sicurezza dello svincolo a Trezzano sul Naviglio tra Vecchia Vigevanese (SP59) e la corrispondente uscita della Tangenziale Ovest di Milano – spiega il consigliere regionale Nicola Di Marco –.

Lo svincolo killer

Nel dicembre 2018, il Consiglio regionale approvò all’unanimità un mio ordine del giorno, atto di indirizzo, che sollecitava la risoluzione delle criticità esistenti. Ciò nonostante, ancora una volta, nella discussione sull’assestamento di bilancio è stata bocciata la mia richiesta di finanziare un progetto per la riqualificazione del tratto. Questo svincolo è tragicamente noto per via delle decine di incidenti e feriti che si sono verificati negli ultimi anni, da qui il soprannome di killer. La sua conformazione sembra ormai inadeguata alla viabilità odierna e da anni i cittadini, riuniti in un comitato, chiedono la messa in sicurezza di quel tratto di strada.

Problema non risolto

Tra l’altro, recentemente, è venuto a mancare uno dei maggiori promotori dello stesso, il signor Luciano Chiodo che ho voluto ricordare in Aula e che purtroppo non ha potuto vedere risolto il problema. Ritengo quindi Città Metropolitana e Regione Lombardia colpevoli per essere così inerti ed inermi e per non assumersi le loro responsabilità. La maggioranza di Regione Lombardia – conclude il consigliere del Movimento 5 Stelle –, in questo assestamento, ha approvato i più svariati stanziamenti, sottoforma di marchette ai partiti più influenti, senza alcuna visione di insieme delle problematiche del territorio, salvo poi ignorare le istanze provenienti dalla cittadinanza”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente