Suore di clausura usano WhatsApp per diffondere il Vangelo

L'iniziativa sta riscuotendo un notevole successo: la parola di Dio attraverso strumenti moderni.

Suore di clausura usano WhatsApp per diffondere il Vangelo
Attualità 16 Febbraio 2020 ore 13:12

Suore di clausura usano WhatsApp per diffondere il Vangelo.

Suore di clausura usano WhatsApp per diffondere il Vangelo

Singolare iniziativa a Curtatone, provincia di Mantova. Anche le suore di clausura, che nell’immaginario collettivo sono l’esempio più emblematico di isolamento e incomunicabilità con l’esterno, iniziano ad usare WhatsApp, la app per cellulari più diffusa al mondo per la messaggistica istantanea. Di certo, un significativo segno dei tempi che cambiano.

Le suore di clausura con WhatsApp

Le Sorelle Povere di Santa Chiara, suore di clausura della frazione San Silvestro di Curtatone, hanno deciso mettersi al passo con i tempi, rivoluzionando le comunicazioni. Hanno creato, infatti, come ci raccontano i colleghi di primamantova.it, una lista di destinatari WhatsApp alla qualequotidianamente le suore inviano una sintesi e un commento del Vangelo a tutti coloro che hanno aderito all’iniziativa (attualmente più di 700 persone).

L’obiettivo dell’iniziativa

L’obiettivo dell’iniziativa? Far arrivare il messaggio cristiano e raggiungere più persone possibili, con qualsiasi strumento a propria disposizione. E quale strumento migliore per raggiungere specialmente i giovani, se non quello di una modernissima chat? Dopo un incontro con il parroco Cristian Grandelli, le Sorelle Clarisse si sono lanciate in questa singolare comunicazione che sta riscuotendo notevole successo.

Come partecipare al gruppo Whatsapp

Per poter partecipare ed essere destinatari di questa quotidiana parola di Dio basta inviare una richiesta al numero 371.4205633. Il proprio numero sarà così inserito in una lista di destinatari, che riceveranno personalmente in chat privata le riflessioni del giorno.

La parola di Dio in via “tecnologica”

Suor Giovanna Zangoli, madre superiora del monastero di 59 anni, ha spiegato che ogni invio comprende una breve riflessione sul Vangelo del giorno, un’immagine con un riferimento simbolico che colpisce e un link al testo sacro per chi vuole approfondire. Vengono poi offerti un piccolo contributo all’azione di evangelizzazione, una goccia nel mare, ma è un gesto importante. Per il momento i follower sono per lo più mantovani, ma ci sono anche persone di altre province. I commenti delle Sorelle Clarisse, oltre ad essere inviati in chat, vengono pubblicati sul sito dell’Unità Pastorale di Curtatone.

Funziona perché semplice

Il segreto del successo di questa comunicazione è la semplicità: il messaggio è importante e profondo, volto alla riflessione ma spiegato con parole semplici da capire, come un buongiorno al mattino.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste