Menu
Cerca

A Cesano la spesa si fa in ordine alfabetico: "Misura per evitare uscite inutili"

La nuova ordinanza voluta dal Comune di Cesano Boscone che regola l'accesso agli esercizi di medie e grandi dimensione.

A Cesano la spesa si fa in ordine alfabetico: "Misura per evitare uscite inutili"
Attualità 01 Aprile 2020 ore 16:43

A Cesano la spesa si fa in ordine alfabetico: "Misura per evitare uscite inutili".

A Cesano la spesa si fa in ordine alfabetico: "Misura per evitare uscite inutili"

CESANO BOSCONE – Spesa a turni alterni per evitare le code davanti ai supermercati e le uscite inutili. “In questi giorni sul territorio comunale si sono continuati a registrare fenomeni di assembramento, in particolare all’ingresso degli esercizi di rivendita di generi alimentari di medie e grandi dimensioni.

Nuova ordinanza: turni settimanali di ingresso agli esercizi

Questo rappresenta un grave rischio per la diffusione del contagio. Per combatterlo, l’Amministrazione comunale ha deciso di adottare misure di contrasto e da domani, giovedì 2 aprile, sarà pienamente efficace l’ordinanza con la quale il sindaco limita l’accesso alle medie e grandi strutture di vendita, prevedendo turni settimanali di ingresso agli esercizi secondo le lettere iniziali del cognome”, dicono dal Comune. Da lunedì a sabato, dall’apertura degli esercizi commerciali fino alle ore 19, saranno consentite le entrate agli iper di medie e grandi dimensioni con le seguenti modalità:

- LUNEDÍ e GIOVEDÍ: cittadini con iniziali del cognome dalla lettera A alla lettera E

- MARTEDÍ e VENERDÍ: cittadini con iniziali del cognome dalla lettera F alla lettera M

- MERCOLEDÍ e SABATO: cittadini con iniziali del cognome dalla lettera N alla lettera Z

Dopo le ore 19 di ogni giorno e la domenica, l’accesso invece sarà libero a chiunque.

“La restrizione è stata adottata unicamente per tutelare la salute pubblica, in un territorio già ad ampia densità abitativa, considerato che l’approvvigionamento di generi alimentari presso gli esercizi commerciali non è da ascrivere a effettiva necessità quanto piuttosto a immotivati timori di rimanere senza scorta di viveri”, ancora il Comune.

Ogni cittadino avrà a disposizione 3 giorni per fare la spesa

“Siamo convinti che questo provvedimento abbatterà le code fuori dai supermercati - spiega il sindaco Simon Negri - forse l'ultima vera occasione di assembramento a livello locale. Troppe persone, infatti, colgono proprio nel momento della spesa l'occasione per uscire di casa per poi non comprare quasi nulla e appesantire invece i tempi di attesa. Ogni singolo cittadino avrà così a disposizione almeno tre giornate alla settimana per fare acquisti in tutta tranquillità e con tempi decenti”.

Chi è esente

Esenti da questa restrizione saranno gli operatori sanitari che potranno accedere liberamente e con precedenza esibendo il badge e i volontari della Protezione civile che, in collaborazione con il Comune, svolgono l’importante compito di procurare i beni di prima necessità alle persone che non possono allontanarsi dal domicilio. La violazione dell’ordinanza può comportare l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria fino a 100 euro.

Sostieni Il Giornale dei Navigli 
Clicca il bottone  e scegli il tuo contributo, grazie!

L’emergenza sanitaria ed economica ha colpito tutti.

Anche quelli come noi che da 20 anni offrono un’informazione gratuita grazie alla raccolta pubblicitaria.

Crediamo che l’informazione locale debba continuare ad essere puntuale, autorevole, libera e accessibile a tutti. Per farlo, in questo periodo incerto, ci serve il vostro aiuto concreto.

Grazie per quello che potrete fare voi lettori e grazie a tutti i partner commerciali che continuano ad investire sui nostri prodotti editoriali.


TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home